Maltrattava la madre per avere i soldi per divertirsi: teatino arrestato dalla polizia

Il giovane viveva da tempo all'Aquila, dove la polizia lo ha rintracciato dopo una minuziosa ricostruzione delle vicende

Un ragazzo di Chieti da tempo domiciliato all'Aquila è stato arrestato dalla Squadra Volante della Questura per il reato di maltrattamenti in famiglia ai danni della propria madre.

Secondo quanto ricostruito dalla polizia, l'arrestato vessava frequentemente la donna con ingiurie, minacce e aggressioni fisiche al fine di ottenere il denaro da spendere per la vita mondana. L’operazione è frutto di una mirata attività di controllo del territorio da parte della polizia aquilana che ha consentito di arrestare l’aggressore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Primo giorno di zona rozza in Abruzzo": il post del Tg1 scatena l'ilarità dei social

  • La provincia di Chieti si spopola: Ortona e Lanciano perdono più abitanti

  • Zona rossa in Abruzzo: Marsilio ha firmato l'ordinanza

  • Zona rossa, si può fare la spesa in un altro Comune se si risparmia: le nuove indicazioni del Governo

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Test sierologici in tutte le farmacie abruzzesi: si inizia da studenti e loro familiari

Torna su
ChietiToday è in caricamento