rotate-mobile
Cronaca Atessa

"Maltrattamenti alla Sevel", Fiom proclama sciopero venerdì e lunedì

Insulti e toni violenti negli ultimi tempi a danno dei lavoratori di produzione, riferisce il sindacato che ha indetto uno sciopero di tre turni, venerdì e lunedì

La Fiom ha indetto uno sciopero alla Sevel di Atessa per protestare verso alcuni casi di maltrattamento verificatisi sulle linee di lavoro a danno dei lavoratori di produzione.

L'astensione avverrà venerdì 25 settembre dalle ore 16:30 alle ore 18:30 (turno B) e nelle ultime due ore (turno C). Riprenderà lunedì 28 settembre dalle ore 15:30 alle ore 17:30 (turno A).

"In questi giorni, dopo il lavoro di spremitura, siamo passati agli insulti, ai toni violenti e, qualcuno ci dice, anche agli spintoni - si legge nel comunicato sindacale della Fiom Cgil - Ci rendiamo conto che gli obiettivi della Sevel sono divenuti tanto ambiziosi, ma sarebbe opportuno capire meglio se la salvaguardia della dignità delle persone, il rispetto di chi lavora, la tutela dell’integrità psicofisica delle lavoratrici e dei lavoratori, sono elementi che costituiscono la griglia degli obiettivi da raggiungere".

Il segretario genrale Fiom Chieti, Davide Labbrozzi riferisce che in alcune parti del montaggio, responsabili vari "pare abbiano deciso di rimproverare, scuotere, sensibilizzare violentemente chi lavora con insulti, toni devastanti per la dignità di chi si trova a vivere, dinanzi a tutti i colleghi, il ruolo dell’imbecille sgridato dal grande capo che, a questo punto, ci sembra essere tanto, ma tanto piccolo. Questo è per noi inaccettabile! - tuona - La Fiom, ritiene necessario ristabilire una condizione di normalità, questo è possibile soltanto se si passa attraverso il rispetto di chi lavora. Gli insulti, le urla, le pressioni, non possono appartenere a questo periodo storico".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Maltrattamenti alla Sevel", Fiom proclama sciopero venerdì e lunedì

ChietiToday è in caricamento