Cronaca Lanciano

Dopo anni di maltrattamenti e persecuzioni alla ex compagna, finisce in manette

Arrestato a Lanciano un 37enne, che era arrivato addirittura a minacciare di morte la donna con un coltello di fronte ai tre figli minori

Un uomo è finito in manette questa mattina (lunedì 13 marzo), a Lanciano, con l'accusa di maltrattamenti in famiglia e atti persecutori. SI tratta di A.F., 37 anni, di Lanciano. Le indagini degli agenti del commissarito di zona, coordinate dalla procura di Lanciano, sono partite dalla denuncia della compagna, che dopo anni da incubo ha trovato il coraggio di denunciare

Stando a quanto è stato possibile ricostruire, nel periodo di convivenza, dal 2014 fino allo scorso ottobre, l'uomo avrebbe sottoposto la donna a continue vessazioni fisiche e psicologiche, denigrandola e persino minacciandola di morte quando era ubriaco. L'episodio più grave di fronte ai tre figli minori, i primi due avuti da una precedente relazione, il più piccolo, di un anno, figlio di entrambi. In quell'occasione, l'uomo minacciò la compagna brandendo un coltello da cucina, in un'altra la picchiò proprio mentre aveva il bambino in braccio. 

Quando la signora ha finalmente trovato il coraggio di interrompere la relazione, l'uomo ha iniziato a molestarla e minacciarla, seguendo i suoi spostamenti, arrivando persino al tentativo di introdursi in casa. Uno stalking assillante e minaccioso, che ha portato il gip Massimo Canosa ad accogliere la richiesta di arresto del pubblico ministero Rosaria Vecchi, ritenendo la condotta dell'uomo pericolosa per la ex compagna.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo anni di maltrattamenti e persecuzioni alla ex compagna, finisce in manette

ChietiToday è in caricamento