La costa flagellata dalla grandine: ora inizia la conta dei danni tra sfollati e allagamenti

Domani i sindaci incontreranno il governatore Marsilio per fare il punto della situazione. Chiesto lo stato di calamità per alcuni Comuni

Vetri di auto e abitazioni frantumati, auto pesantemente danneggiate, tegole divelte e acqua in casa. E ancora, costa mangiata dalla mareggiata, frane, smottamenti e persino qualche ferito. Sembra un bollettino di guerra quello che inizia a profilarsi in serata dopo una delle giornate più lunghe dell'Abruzzo, una di quelle che, purtroppo, la nostra regione ha vissuto più di una volta. 

Dopo Francavilla al Mare, la violenta grandinata che oggi ha messo in ginocchio la città di Pescara, si è spostata lungo la nostra costa: Ortona, San Vito Chietino, Fossacesia, Casalbordino, Vasto, San Salvo. Alcuni sindaci hanno chiesto lo stato di calamità naturale, domani incontreranno il governatore Marco Marsilio per fare la conta dei danni e attivare le procedure per il risarcimento. 

San Vito Chietino

Danni e allagamenti a San Vito Chietino, dove un albero sulla provinciale Marina-Capoluogo è caduto ed è stato poi tagliato, lasciando spazio a una buca profonda segnalata con nastro e birillo sulla corsia di marcia destra venendo dalla Marina, poco prima dello svincolo per Via Panoramica. Un albero caduto sulla provinciale Verì Mancini -Eremo è stato spostato dalla carreggiata.

Il parcheggio lato nord Feltrino è rimasto chiuso al transito e poi riaperto nel pomeriggio, mentre è rimasta chiusa la strada Ciampagnolo/Renazzo per smottamenti.

Gravi danni al lido Esperia, sul molo di San Vito, che solo ieri era stato protagonista di un collegamento in diretta tv su Rai 1. Per le emergenze è possibile contattare il numero 3296503262.

Fossacesia

Violenti danni anche a Fossacesia, fra automobili, coperture e tetti di abitazioni, allagamenti in case private e locali pubblici, danni agli stabilimenti balneari. Attualmente, è allagato e dunque inagibile il sottopasso Grotte, che collega il Lungomare di Fossacesia Marina alla Statale 16 Adriatica. Ci sono stati anche numerosi smottamenti e allagamenti lungo le principali strade di collegamento tra Fossacesia e gli altri centri del comprensorio. Danni anche nel settore agricolo. Il sindaco Enrico Di Giuseppantonio ha attivato il Coc (Centro Operativo Comunale di Protezione Civile). Chiunque avesse subito danni, può inviare foto utili a documentare l'accaduto con una mail all'indirizzo lavoripubblici@comune.fossacesia.ch.it

Vasto

Coc attivato anche a Vasto, dove ci sono stati allagamenti, buche sulle strade, interruzioni di elettricità, guasti e danni ai tetti, soprattutto nel cetnro storico. La caduta di alberi e gli smottamenti hanno peggiorato la situazione. 

Al momento, sono interdette al traffico Via del Greco, Via Maddalena, ville e parchi comunali e il cimitero. Solo dopo i sopralluoghi si valuterà la loro riapertura. Domani alle ore 12:30 il Coc si riunirà nuovamente.

Francavilla al Mare

Francavilla ha pagato il prezzo più alto: il Comune ha dovuto sistemare 40 persone nelle strutture ricettive del territorio, perché le loro case hanno subito pesanti danni. Il sindaco Antonio Luciani chiede su Facebook di inviare foto e segnalazioni di danni, per poter illustrare chiaramente alla Regione quanto accaduto. 

Nel pomeriggio, l'Anas ha dovuto chiudere anche la galleria San Silvestro, completamente allagata. 

Ortona

Danni e allagamenti anche a Ortona, dove fortunatamente nessuna persona è rimasta coinvolta.


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta in curva: arrivano i vigili del fuoco per estrarre il conducente dalle lamiere

  • Alcol e droga, strage di patenti: la Polstrada ne ritira 8 in una notte

  • La Nottata lancianese e la notte bianca dello Scalo: il programma del weekend

  • Piante di marijuana alte due metri lungo il fiume Pescara: arrestati padre e figlio

  • Lanciano, aggredito da sei coetanei. Il papà: "Rischia di perdere un occhio"

  • Francavilla al Mare, cane salva padrona dalla furia dell’ex: ora cerca casa

Torna su
ChietiToday è in caricamento