rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca

Maltempo, le province abruzzesi chiedono a Letta lo stato di emergenza

Di Giuseppantonio scrive a Letta e Chiodi per sostenere lo stato di emergenza: "Si escludano dal rispetto del patto di stabilità i fondi destinati per il problema"

Le province chiedono la deliberazione immediata dello stato di emergenza e l’ assegnazione di dotazioni finanziarie per la messa in sicurezza dei luoghi danneggiati.

Il presidente della Provincia di Chieti e dell’ Unione delle Province Abruzzesi, Enrico Di Giuseppantonio, ha inviato una lettera al presidente del Consiglio Enrico Letta e a quello della Regione Gianni Chiodi, per sostenere lo stato di emergenza dopo il maltempo dei giorni scorsi.

 "Si evidenziano danni gravissimi tra cui estese voragini, smottamenti e frane lungo le strade provinciali, allagamenti di campagne e edifici, tra cui quelli scolastici, evacuazione di abitazioni, erosione costiera e esondazione di fiumi - scrive Di Giuseppantonio nella missiva - criticità, queste, che hanno causato l'adozione di provvedimenti urgenti quali la chiusura di strade, ponti e edifici pubblici".

Altro problema strettamente connesso è il rispetto del patto di stabilità, per il quale il presidente chiede una deroga: "Le risorse di bilancio destinate agli interventi per arginare i problemi siano escluse dal rispetto del patto. La situazione è già di per se drammatica per una cronica mancanza di fondi, se si considerano anche i continui tagli del Governo centrale, l'ultimo di circa 30 milioni di euro per le quattro province abruzzesi e le difficoltà legate all'incertezza sul futuro di questi Enti, non esageriamo – conclude - nell'affermare che siamo al vero e proprio collasso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo, le province abruzzesi chiedono a Letta lo stato di emergenza

ChietiToday è in caricamento