menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
la strada per il canile al San Salvatore questa mattina

la strada per il canile al San Salvatore questa mattina

Maltempo, scuole chiuse e black out. Situazione in lento miglioramento

Ancora maltempo e vento forte nelle prossime ore. Tanti Comuni sono rimasti senza energia elettrica: la situazione sta tornando lentamente alla normalità. In provincia diverse scuole chiuse anche sabato 7 marzo. La Regione chiede lo stato di emergenza

ORE 15 Riaperte completamente le autostrade A25 e A24.

ORE 13 Causa caduta alberi, il cimitero monumentale di Chieti è stato chiuso al pubblico.

ORE 10,30 Situazione drammatica a San Salvo, dove in un complesso residenziale gli abitanti sono praticamente imprigionati da ieri a causa di un allagamento la cui causa è da individuare nell'esondazione del torrente Buonanotte. Cominciate le operazioni di evacuazione. A Chieti, zona Villaggio del Mediterraneo, questa mattina un muro di contenimento è caduto giù.

Ancora problemi legati al maltempo che ieri, giovedì 5 marzo, ha flagellato gran parte della provincia. Sono diversi i Comuni, specie nell'entroterra Vastese, che questa mattina sono ancora senza energia elettrica a causa del black out di ieri. A Chieti le scuole sono chiuse per la giornata di oggi, in provincia molti sindaci hanno disposto la chiusura anche per sabato 7 marzo.

Diverse strade sono ancora bloccate causa allagamenti e frane come quella per Villamagna e in via dei Frentani, nella mattinata anche sulla strada statale 16 Adriatica un tratto è stato provvisoriamente chiuso (al km 480), a causa dell'allagamento della rotatoria di Fossacesia, in direzione nord.  Le autostrade A24 e A25 sono chiuse dalle 4 di stamane per le bufere di neve: il tratto interessato dalla tempesta di vento e neve è quello tra la Valle Peligna e la Marsica e quello di L'Aquila ovest e Colledara.

Ieri sera invece dalle 22,30 era scattata la chiusura per l'autostrada A25, lato ovest direzione Roma, a causa della presenza di mezzi pesanti fermi sulle corsie che impedivano lo sgombero, con molte auto rimaste intrappolate. Invece, sull'asse attrezzato in direzione Chieti, all'altezza del cementificio di Pescara, le voragini sul manto stradale si sono allargate creando danni a circa una ventina di auto intrappolate.

La Regione Abruzzo questa sera si riunirà per attivare la richiesta di stato di calamità naturale.

PREVISIONI Intanto i fortissimi venti di bora, le piogge diffuse e le nevicate continueranno a manifestarsi per poi attenuarsi gradualmente a partire dal pomeriggio-sera.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento