Si sente male mentre lavora in campagna, morto un anziano a Bucchianico

L'uomo aveva 84 anni ed era su un mezzo agricolo. I soccorsi sono scattati immediatamente, ma per lui non c'è stato nulla da fare

Immagine di archivio

Era al lavoro in un terreno di sua proprietà in contrada Annunziata, a Bucchianico, quando un uomo di 84 anni ha avuto un malore che purtroppo non gli ha lasciato scampo. 

L'allarme è scattato poco prima delle 9 di questa mattina. L'anziano stava lavorando su un mezzo agricolo, quando si è sentito male. Immediatamente sono scattati i soccorsi, ma quando sono arrivati non c'era più nulla da fare: l'uomo era già morto. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, il 118 e i carabinieri. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Pantafica, lo spaventoso spettro notturno secondo la credenze popolare abruzzese

  • Coronavirus: 54 nuovi casi in Abruzzo, la maggior parte in provincia di Chieti e c'è anche un morto

  • Coronavirus: altri 37 nuovi positivi, 11 nel Chietino

  • Coronavirus: un solo nuovo caso, ma c'è un morto per la prima volta dopo un mese un mezzo di tregua

  • La d'Annunzio è pronta a ripartire: lezioni su prenotazione, esami a scelta in presenza oppure online

  • Coronavirus: oggi in Abruzzo 11 nuovi casi, 3 persone in terapia intensiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento