rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Cronaca Scerni

Malore in auto: muore a 48 anni un volontario di protezione civile

Silvio Milanese stava accompagnando una persona a una visita quando è stato colto da infarto. Dolore e cordoglio a Scerni dove oggi si celebra il funerale

Dolore e sgomento a Scerni per la prematura scomparsa di Silvio Milanese, 48 anni, volontario del gruppo comunale di protezione civile. La tragedia è avvenuta mercoledì pomeriggio, intorno alle 15, a Casalbordino.

Milanese, che si occupava del servizio di trasporto sociale, stava accompagnando una concittadina a una seduta di fisioterapia a Casalbordino, quando si è sentito male alla guida. Ha continuato, tuttavia, a guidare il mezzo fino a destinazione, dove sono scattati subito i soccorsi. Sul posto sono intervenuti il 118 con un'ambulanza e poi anche con l'elisoccorso. I tentativi di rianimare il cuore di Silvio non hanno avuto l'esito sperato. 

La notizia della prematura scomparsa di Milanese ha destato profondo cordoglio a Scerni e non solo. "Con cordoglio ci uniamo alla sua famiglia, ovunque tu sia resterai per sempre nei nostri cuori. Riposa in pace", è il messaggio dei colleghi di protezione civile di Scerni. Anche il Coordinamento di protezione civile del Vastese "si stringe attorno al gruppo di Scerni per la perdita del volontario Silvio Milanese". 

"Un operatore, un volontario della Protezione civile non 'muore' mai!", si unisce al dolore il sindaco di Scerni, Daniele Carlucci, "Silvio si è sempre adoperato, reso disponibile, altruista, ha donato tanto a tutti. La comunità di Scerni non dimenticherà mai il tuo spirito generoso ed animo gentile. Il tuo servizio vivrà per sempre".

Milanese lascia la moglie Ilaria, i figli Francesco, Lucilla e Vincenzoluca, La camera ardente è stata allestita nella cappella dell'asilo. I funerali si svolgeranno alle 15,30 di oggi, 3 novembre, nella chiesa di San Panfilo a Scerni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malore in auto: muore a 48 anni un volontario di protezione civile

ChietiToday è in caricamento