Cronaca Pretoro

Maielletta: stagione a rischio per gli impianti sciistici

Turismo invernale a rilento sulle montagne teatine: gli impianti sciistici usano abbonamenti diversi, il servizio di ritiro della spazzatura non è regolare, problemi anche sulla manutenzione delle strade. Confcommercio chiede agli enti locali un tavolo di confronto urgente

Il giorno dell’Immacolata è scattato di fatto il lungo periodo delle festività natalizie a cui gli operatori della montagna guardano con grande interesse e speranza. Ma i disservizi sulle montagne teatine non mancano.

La Confcommercio, che ha effettuato un’indagine telefonica tra gli albergatori della Maielletta e di Passo Lanciano, ha rimarcato il problema annoso della mancanza di collaborazione tra gli impianti sciistici di risalita della zona che utilizzano abbonamenti diversi.

In pratica uno sciatore che vuole usufruire sia dello ski pass della Maielletta che di quello di Passo Lanciano è costretto a pagare una somma doppia e troppo esosa rispetto a quanto suggerisce il mercato. Non basta. Gli albergatori ascoltati da Confcommercio hanno denunciato problemi inerenti alla regolarità del ritiro della spazzatura e alla manutenzione delle strade. C’è pessimismo, inoltre, sull’andamento delle festività natalizie con le prenotazioni che, al momento, vanno piuttosto a rilento.

"Per fortuna le strutture ricettive della zona - dice Angelo Allegrino, presidente provinciale Confcommercio Chieti - sanno rimediare a ‘deficit strutturali’ con servizi sempre più qualificati e apprezzati dalla clientela”. Ma non è sufficiente. Per questo Confcommercio, attraverso una lettera inviata ai presidenti delle Province di Chieti e Pescara, Enrico Di Giuseppantonio e Guerino Testa, e ai sindaci dei Comuni di Manoppello, Pretoro, Rapino, Roccamorice e Serramonacesca, chiede la convocazione di un tavolo istituzionale sulle problematiche della montagna per salvaguardare le eccellenze paesaggistiche e professionalità.

“Un comprensorio turistico importante come la Maielletta – si legge nella lettera - dalle potenzialità turistiche infinite, deve essere valorizzato al meglio ed è fondamentale la continua collaborazione tra le Istituzioni  in indirzzo. Per quando riguarda il problema del doppio ski pass, la soluzione si raggiungerebbe con l'adozione di uno ski pass unico regionale, come ben proposto dagli stessi Presidenti della Provincia di Chieti e Pescara. A questo punto però, visti anche gli esiti della nostra inchiesta si chiede, cortesemente, sull'argomento in esame, un urgente tavolo di confronto”.

Nell’attesa di questo tavolo, il presidente Allegrino invita “gli appassionati di sci e della montagna, a trascorrere le festività natalizie nelle strutture ricettive della Maielletta e di Passo Lanciano”.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maielletta: stagione a rischio per gli impianti sciistici

ChietiToday è in caricamento