rotate-mobile
Cronaca Lanciano

Una vita da carabiniere: per il maggiore Nestola ora arriva la pensione

Il comandante del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia carabinieri di Lanciano saluta l'Arma a 60 anni

La pensione è arrivata anche per un carabiniere doc come lui che a 60 anni avrebbe ancora voglia e gambe per condurre indagini, arrestare malviventi e aiutare i più deboli. E invece da domani, 1° maggio 2024, il maggiore Giuseppe Nestola lascia l’Arma dei carabinieri dopo 39 anni di servizio intensi e pieni di soddisfazioni.

La sua carriera inizia il 19 settembre 1985 con l’arruolamento come allievo Sottufficiale nella scuola di Velletri al termine del quale, con il grado di vice brigadiere, viene destinato in forza alla locale Stazione carabinieri di Siracusa. Laureato in Giurisprudenza e Scienze dell’amministrazione, come Sottufficiale dell’Arma, Nestola ha comandato la Stazione carabinieri di Montefalcone del Sannio in Molise, l’Aliquota Radiomobile della Compagnia carabinieri di Larino, l’Aliquota Operativa della Compagnia carabinieri di Termoli.

Leggi le notizie di ChietiToday su Whatsapp 

Nel 2019 il passaggio alla categoria degli Ufficiali dell’Arma dei carabinieri con la nomina a Sottotenente e il prestigioso incarico di comandante del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia carabinieri di Lanciano dove ha concluso la sua carriera conducendo delicate indagini nel comprensorio lancianese. Il comandante provinciale, col. Alceo Greco ha ringraziato, nel corso di una breve cerimonia alla presenza degli ufficiali in forza al comando di Lanciano, il maggiore Giuseppe Nestola “per lo spirito di servizio e la profonda dedizione che hanno caratterizzato il suo operato nel corso dell’intera carriera”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una vita da carabiniere: per il maggiore Nestola ora arriva la pensione

ChietiToday è in caricamento