Cronaca

Mafia Capitale, anche L'Aquila coinvolta nel business dei migranti

La seconda ondata di arresti di Mafia Capitale travolge l'Abruzzo, blitz anche a L'Aquila. Sono 44 gli arresti in tutto. Le indagini avrebbero documentato un "ramificato sistema corruttivo finalizzato a favorire un cartello d'imprese interessato alla gestione dei centri di accoglienza e ai finanziamenti pubblici connessi ai flussi migratori"

Dalle 5 del mattino i carabinieri del Ros stanno eseguendo, nelle province di Roma, Rieti, Frosinone, L’Aquila, Catania ed Enna, un’ordinanza di custodia cautelare, emessa su richiesta della procura distrettuale antimafia di Roma, nei confronti di 44 indagati a vario titolo, per associazione di tipo mafioso, corruzione, turbativa d’asta, false fatturazioni, trasferimento fraudolento di valori e altri reati. Perquisizioni sono inoltre in corso a carico di altre 21 persone indagate per gli stessi reati.

Sono i numeri del secondo capitolo dell'inchiesta "Mondo di Mezzo" legata al business dei flussi migratori e alla gestione dei campi di accoglienza per migranti che adesso  travolge anche l’Abruzzo. Le indagini hanno documentato che "il ramificato sistema corruttivo finalizzato a favorire un cartello d’imprese, non solo riconducibili al sodalizio, interessato alla gestione dei centri di accoglienza e ai consistenti finanziamenti pubblici connessi ai flussi migratori".

I provvedimenti scaturiscono dalla prosecuzione delle indagini avviate nel 2012 dal R.O.S., sotto la direzione della Procura della Repubblica di Roma, che il 2 dicembre scorso avevano consentito un primo intervento nei confronti dell’organizzazione mafiosa facente capo a Massimo Carminati.

Le indagini, in questa nuova fase,  hanno permesso di acquisire ulteriori elementi in ordine all’esercizio del metodo mafioso da parte del sodalizio, confermato anche dalle testimonianze rese da diversi imprenditori vittime.

Nei confronti di 44 indagati i reati contestati sono: associazione di tipo mafioso, corruzione, turbativa d’asta, false fatturazioni e trasferimento fraudolento di valori, con l’aggravante delle modalità mafiose.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mafia Capitale, anche L'Aquila coinvolta nel business dei migranti

ChietiToday è in caricamento