Non ce l'ha fatta Lorenzo Costantini, l'Italia intera in lutto

Il 20enne calciatore della Virtus Lanciano è morto questa mattina a Philadelphia, dove era ricoverato da un paio di mesi per sottoporsi ad una cura sperimentale contro la leucemia. Per raccogliere i 600mila dollari necessari a farlo partire si era mobilitato tutto il Paese

Lorenzo Costantini non ce l’ha fatta. Il calciatore lancianese di 20 anni, che l’estate scorsa era diventato il simbolo della solidarietà di un’intera regione ha perso la partita più dura contro la leucemia: è morto questa mattina (lunedì 10 novembre) nell’ospedale di Philadelphia in cui era ricoverato da un paio di mesi per tentare la via di una cura sperimentale disponibile solo negli Stati Uniti.

La notizia ha iniziato a circolare a Lanciano nel primo pomeriggio, e in breve tempo si è diffusa sui social network, lasciando di stucco le migliaia di persone che avevano contribuito alla raccolta di 600mila dollari per consentire a Lorenzo di curarsi oltreoceano, con mamma e sorelle sempre accanto. Da lì, la famiglia aveva aggiornato regolarmente il sito dedicato alla causa per informare i tanti che avevano preso a cuore la promessa della Virtus Lanciano.

Per lui erano scesi in campo tanti fuoriclasse del mondo sportivo, grazie ad un tam tam della rete che aveva mobilitato una nazione intera. E oggi il lutto per Lorenzo colpisce tutta l’Italia, che fino all’ultimo, sulla pagina Facebook dedicata alla raccolta fondi, ha continuato ad incitare il giovanissimo a combattere contro la malattia. Alla famiglia Costantini le condoglianze della redazione di ChietiToday.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quattro nuovi corsi di laurea all’università “d’Annunzio”

  • Muore a 15 anni dopo lo schianto con lo scooter: terribile lutto a San Giovanni Teatino

  • Coronavirus: ci sono altri 39 positivi, la maggior parte sono migranti ospitati in Abruzzo

  • Referti falsi via WhatsApp dopo gli esami: nei guai una ginecologa della Asl di Chieti

  • Ladri in gioielleria a Megalò, scatta l'allarme e perdono parte dei preziosi lungo i corridoi

  • Tre dipendenti sono positivi al Coronavirus, locale di Fossacesia Marina chiuso per la sanificazione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento