rotate-mobile
Cronaca Ortona

Litoranea Postilli-Riccio, il Wwf critica la “francavillizzazione” di Ortona

Il costo complessivo dell'opera supera i sette milioni di euro: una spesa troppo grande per il Wwf che ricostruisce i vari passaggi della costruzione della litoranea

Diverse critiche si sono levate in questi giorni dopo la parziale inaugurazione della strada litoranea Postilli-Riccio a Ortona. Tra queste il Wwf, che sottoliena come la strada, che inizialmente doveva nascere come accesso pedonale alla spiaggia, si è invece trasformata in una vera e propria autostrada.

Fabrizia Arduini, consigliere del Wwf Abruzzo ricostruisce le spese sostenute per la realizzazione della litoranea Postilli-Riccio: “finora sono stati spesi 6.227.711,41 di euro, ai quali vanno sommati 600mila euro della determinazione del 21/01/2013 della Regione Abruzzo. Mancano ancora all'appello dei 6 milioni di euro del CIPE, 400. mila euro, che saranno erogati al termine dell'opera,.  L'eccedenza ai 6 milioni, sarà a carico del Comune di Ortona come previsto dalla deliberazione di Giunta Comunale".

Se non giungono altri imprevisti, insomma,  il costo complessivo dell'opera è di 7.227.711,41 euro. "Tanti - sottolinea ancora Arduini -  per una strada che è un raddoppio della Statale 16 di soli 1,3 chilometri e che non collega, diversamente da quanto stabilito all'inizio, contrada Postilli con Lido Riccio".

Per Ines Palena, presidente dell’associazione Wwf Zona Frentana e Costa Teatina: “Sono preoccupanti le parole rilasciate agli organi di informazione dal sindaco che ringrazia la passata amministrazione per un'opera fuori dal tempo e priva di senso. Mentre la tendenza generale è quella di rinaturalizzare il paesaggio da noi si continuano a celebrare asfalto e cemento nei pochi tratti di costa ancora integra”.

L’associazione chiede si rivolge al sindaco e  al Pd di Ortona di impegnarsi almeno per non far usare altro cemento in quell'area: "La 'francavillizzazione' - conclude - è un termine ormai tristemente noto da decenni come modello turistico fallimentare basato sull’antropizzazione selvaggia della costa".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Litoranea Postilli-Riccio, il Wwf critica la “francavillizzazione” di Ortona

ChietiToday è in caricamento