Cronaca

Lite in un bar di Montesilvano per la gestione dei videopoker: 5 teatini arrestati

Sei persone sono state arrestate dai carabinieri di Montesilvano: si tratta di 5 quarantenni e di un 19enne. Ieri assieme ad altre persone hanno aggredito il titolare di un bar. Motivo del litigio: la spartizione degli incassi delle macchinette

Brutta lite tra il titolare di un bar in via D'Agnese a Montesilvano e il gestore delle macchinette videopoker, un teatino di 47 anni, F.P. Quest'ultimo ieri si è presentato nella struttura dove erano collocate le macchinette accompagnato da otto persone, lì iniziato una pesante discussione con barista e figlio, presto sfociata in qualcosa di più pericoloso.

Il motivo del litigio era legato alla spartizione degli incassi dei videopoker, gestiti da F.P. , e al timore, da entrambe le parti, che qualcuno avesse sottratto del denaro.

In base a una prima ricostruzione dei carabinieri, durante il litigio il barista è stato colpito con un pugno al volto dal gestore dei videopoker, che minacciava di portarsi via tutte le macchinette mentre l'altro sollecitava una verifica sugli apparecchi. La scena è stata ripresa dalle telecamere del bar, che hanno mostrato chiaramente quanto è accaduto. Poi alcuni complici del gestore si sono scagliati contro il barista, colpendolo, mentre altri hanno bloccato gli avventori del locale e il figlio del barista, per evitare che intervenisse a supporto del padre.

Qualcuno ha poi tirato fuori una mazza da baseball. E' stato un testimone a fermarlo e ad allertare il 112 per far intervenire i carabinieri del posto. Dei nove aggressori ne sono stati bloccati sei, quasi tutti teatini, poi finiti in carcere accusati di violenza privata, lesioni aggravate, porto abusivo di armi e strumenti atti a offendere. Gli arrestati sono, assieme gestore delle macchinette, C.A., 19 anni di Chieti, R.M., 44 anni di Roma, I.A., 46 anni di Chieti, F.P., 40 anni, di Chieti e G.C., 40 anni di Chieti. Alla lista dei fermati manca un ultimo uomo, ancora da rintracciare, pare che con sè ieri avesse una pistola.

Il propietario del bar è stato poi accompagnato e medicato in ospedale: ne avrà per 10 giorni.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite in un bar di Montesilvano per la gestione dei videopoker: 5 teatini arrestati

ChietiToday è in caricamento