rotate-mobile
Cronaca Guardiagrele

Stamina, il papà di Noemi scrive a Renzi: "Le parlo da papà a papà"

Andrea Sciarretta scrive una lettera al presidente del Consiglio chiedendo un incontro. La piccola di Guardiagrele è in lista di attesa all'ospedale di Brescia dopo l'autorizzazione del Tribunale dell'Aquila alla cura con il metodo Stamina

"Scrivo a Lei perchè la reputo una persona valida e perchè finalmente una carica istituzionale possa incontrare Noemi". Così Andrea Sciarretta, il papà della bimba di Guardiagrele affetta da Atrofia muscolare spinale (Sma1) scrive in una lettera al presidente del Consiglio Matteo Renzi.

La bimba, 22 mesi, è in lista di attesa all'ospedale di Brescia dopo l'autorizzazione del Tribunale dell'Aquila alla cura con il metodo Stamina.

Dopo le attenzioni del Papa e la richiesta, vana, di incontrare l'ex premier Letta, Sciarretta chiede di vedere Renzi. "Lotto da un anno per poter migliorare la condizione della figlia e automaticamente quella della famiglia intera- scrive - Sto rischiando di perdere il posto di lavoro in quanto non abbiamo nessuna figura in grado di gestire la patologia di Noemi e i servizi assistenziali sono gravemente carenti.

"Dopo l'incontro con il Papa- prosegue- il caso di Noemi ha avuto un enorme impatto mediatico e ci hanno scritto da tutto il mondo. Per noi è stato veramente importante ma, purtroppo, non siamo riusciti nel nostro intento, ciò che sta a cuore ormai a tutta l'Italia, aiutare Noemi. Ora le parlo da papà a papà: Noemi ha bisogno di aiuto! Vedere la propria figlia soffrire sempre di più e non poter far nulla per lenire le sue sofferenze e' disarmante. Per la SMA non esiste cura al mondo, nessun farmaco ufficiale che possa bloccare la patologia o migliorare la qualità' di vita della piccola".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stamina, il papà di Noemi scrive a Renzi: "Le parlo da papà a papà"

ChietiToday è in caricamento