Cronaca

Le nuove stagioni

Cominciare a godere dei profumi, dei colori e delle grazie della nuova stagione: le vere bellezze che si esprimono solo nel mondo reale.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

Abbiamo assistito agli eventi degli ultimi tempi ed abbiamo registrato tutto, senza tralasciare alcunché. Come sempre, oltre alla solita perdita di tempo dietro l'inutile cronaca, solo tanto affanno e niente più. Tralasciando dunque i rilievi sul grottesco ed irreale mondo che si sta vivendo nelle alte sfere, resta facile e scontato dunque volgere lo sguardo alle cose belle; aprirsi alle vere novità della nuova stagione che sta arrivando. Possiamo sorridere alla primavera, meditare i misteri della quaresima, sicuramente apprezzare i sentimenti sinceri di certa umanità che si spalanca al futuro con l'ottimismo che genera freschezza e passione. Vogliamo credere che nel mondo le persone positive ci sono ancora; la cosiddetta gente per bene esiste eccome, c'è poco da dubitare. La gente onesta, la gente aperta, la gente vera, la gente sincera, la gente che sorride, la gente altruista, la gente ben disposta, la gente che soccorre, la gente che soffre in silenzio, la gente di buon senso … questa gente qui esiste ancora ed è sicuramente la maggioranza. Specialmente nei momenti che contano riesce ad emergere e a dettare l'indirizzo e a scandire il ritmo giusto. Per rassicurare i fragili ed i sensibili, gli uomini timorosi e scettici, una cosa è certa: il mondo virtuale delle sognatrici e dei sognatori incalliti sta per volgere al termine. Ogni storia prima o poi si chiude, ogni fenomeno conosce la propria fine, ogni sogno svanisce al risveglio. Delegare alla legge è un obbligo d'istituzione ma vivere condividendo valori e principi resta di fatto l'unica speranza di salvezza per una comunità civile. Alcun consiglio per chi ha dottrina da elargire. Solo umana comprensione per tanta energia smarrita e triste amarezza per tanto tempo perso. Malgrado tutto, c'è sempre un perdono, c'è sempre una via d'uscita, c'è sempre un aiuto … per chi si redime. Scendere dal pioppo o almeno provare a farlo è il minimo presupposto per cercare di coglierne adesso i frutti con l'occasione più viva che mai e … magari cominciare a godere dei profumi, dei colori e delle grazie della nuova stagione: le vere bellezze che si esprimono solo nel mondo reale. NM

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le nuove stagioni

ChietiToday è in caricamento