menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

ANEMOS METABOLES, Ecco quali sono le fobie più assurde

L'articolo selezionato dalla redazione di ChietiToday dal numero di febbraio del giornalino del liceo "G.B. Vico" è una classifica sulle paure più curiose e imbarazzanti

In questo numero abbiamo deciso di stilare una Top 10 sul tema generale del giornalino: la paura.

Ci sembrava interessante parlare delle paure più improbabili e imbarazzanti per chi le vive; dalla paura degli alberi a quella dei polli, ecco la nostra classifica.

10.LA PAURA DELLA POLVERE

(acatartofobia)

Forse non è la fobia più originale, ma è strano ritrovarsi con questo terrore addosso quando è impossibile vivere in un ambiente sterile. Questa paura viene riscontrata perlopiù nelle persone con lavori sedentari,

con una leggera prevalenza femminile.

9.PAURA DEI CLOWN

(coulrofobia)

Ultimamente questa paura sta diventando sempre più frequente; basta vedere che sul grande schermo proiettano sempre più film di clown assassini. Sembra una fobia abbastanza infantile anche se a soffrirne sono anche gli adulti; almeno ciò ha arricchito lo scrittore horror Stephen King.

8.PAURA DI SEDERSI (catisofobia)

Scommetto che non avete mai sentito parlare della paura di sedersi, eppure esiste. Con questa fobia la gente ha paura di sedie, poltrone e divani! Probabilmente avranno paura di trovare uno spillo o qualcosa che possa far loro male; ma può anche essere che le persone abbiano il timore di qualcuno che possa  togliergli la sedia, cadendo così a terra. È comunque poco diffusa ma è difficile conviverci.

7. PAURA DI CAMMINARE (ambulofobia)

So che non ci crederete, ma c’è gente che soffre di una strana fobia, ovvero quella di camminare. Forse questo è dovuto al fatto che per strada si incontra di tutto: un esempio è una buca in cui inciampare; insomma entrare in contatto con ciò che ci circonda. A nostro parere tutti coloro che soffrono di questa fobia, hanno paura del mondo esterno; e oltre a quello che abbiamo già detto avranno paura di essere

notati dagli altri e preferiscono viaggiare, anche per piccole distanze, con mezzi di trasporto.

6. PAURA DEGLI OCCHI (ommetafobia)

Chi soffre di questa particolare paura fa fatica a relazionarsi con gli altri, infatti la loro attenzione viene influenzata dall’impossibilità di guardare negli occhi una persona. L’ommetafobia non consente a

chi ne soffre di sostenere per più di un paio di secondi lo sguardo della persona che ha davanti né di

comprendere il discorso sostenuto, a causa dell’ansia che lo sguardo dell’altro gli provoca.

5. PAURA DEI BAMBINI

(pedofobia)

La pedofobia (dal greco pais, bambino e phobos, paura) è una fobia ingiustificata ed irrazionale verso i bambini; chi ne soffre è soggetto ad attacchi d’ansia se ne ha alcuni intorno. Allevare o convivere con i bambini genera malessere nei soggetti colpiti e la paura va crescendo se chi ne soffre capisce che questa è

infondata ed irrazionale.

4. PAURA DEGLI OGGETTI ALLA DESTRA DEL CORPO

(dextrofobia)

Questa paura è definita come persistente, anormale ed ingiustificata degli oggetti che si trovano alla destra del proprio corpo. Alcuni studi hanno dimostrato che questa fobia è attribuita a pazienti che si stanno riprendendo da una chemioterapia e che sviluppano una disfunzione nella loro mente. Tuttavia questa è ancora poco studiata data la rarità della patologia.

3. PAURA DEI POLLI

(alektorofobia)

Sembrerà strano ma ci sono persone che hanno paura delle galline! Questa fobia è ristretta a polli e galline ma può anche estendersi a uova e polli cotti. Chi soffre di questa fobia crede che i polli siano cospirativi e

disposti ad attaccare l’uomo. Gli studiosi hanno escogitato un metodo per far regredire questa fobia, riuscendoci. Hanno nascosto l’uovo in casa di chi è affetto da questa fobia senza dirglielo, e confessarglielo in seguito dicendo che nonostante l’alimento gli sia stato vicino così tanto tempo non sia successo nulla.

2. PAURA DEI TERMINI GRECI (elenologofobia)

Eh si, abbiamo trovato la paura di ognuno di noi del liceo classico, la paura dei termini greci o di complicata terminologia scientifica! È una fobia persistente ed anormale che prevede ansia ed attacchi di panico quando si viene in contatto con termini in lingua greca.

1. PAURA DEGLI ALBERI (dendrofobia)

Chi patisce di questa condizione vive con il terrore degli alberi e tutto ciò che è in relazione con loro (rami, foglie, corteccia,…). Non è una fobia conosciuta come tale ma è comunque molto frequente. I sintomi principali di questa fobia sono: attacchi di panico, sudorazione, vertigini, nausea, palpiti ed afasia (difficoltà nel parlare), anche se molto spesso chi ne soffre non la riconosce.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento