Cronaca

Volantinaggio in nero: maxi sanzione al datore di lavoro

A Ortona la Guardia di Finanza ha scoperto quattro lavoratori italiani completamente in nero

I finanzieri della Tenenza della Guardia di Finanza di Ortona, nell’ambito dei servizi volti al contrasto del lavoro irregolare, hanno scoperto quattro lavoratori italiani in nero per una società operante nel settore della distribuzione di volantini, depliant e materiale pubblicitario. L’attività ispettiva è stata predisposta in esecuzione del piano di contrasto al lavoro nero e irregolare.

L’intervento ha quindi  permesso di accertare forme contrattuali atipiche e flessibili con la simulazione di rapporti di lavoro a carattere discontinuo, celando, invece, il vincolo di soggezione dei lavoratori al potere direttivo, organizzativo e disciplinare del datore di lavoro, tratti tipici di un rapporto di lavoro subordinato.

Al datore di lavoro sono state contestate le sanzioni previste in materia di irregolarità contributiva, la cosiddetta maxi sanzione per il lavoro nero, che vanno complessivamente da un minimo di 1.500,00  euro ad un massimo di 9.000,00 euro per ciascun lavoratore.

L’esame dei presupposti che sorreggono la non genuinità di tali contratti - al fine di eludere la normativa sul rapporto di lavoro dipendente -  e le richieste sanzionatorie avanzate dal Corpo saranno al vaglio dall’Ufficio Legale e Contenzioso della competente Direzione Territoriale del Lavoro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volantinaggio in nero: maxi sanzione al datore di lavoro

ChietiToday è in caricamento