menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lavori socialmente utili per chi ha violato il codice della strada

A San Giovanni Teatino firmata la convenzione: durerà 5 anni ed interesserà due persone che hanno i requisiti per evitare la pena detentiva e pecuniaria

Lavori di pubblica utilità per i condannati. A San Giovanni Teatino è stata firmata ieri dal presidente del tribunale di Chieti Guido Campli e dal sindaco Luciano Marinucci la  
convenzione per lo svolgimento del lavoro di pubblica utilità.

Avrà la durata di cinque anni e riguarda persone destinatarie di ordinanza del tribunale che hanno violato il codice della strada: se non hanno provocato incidenti, possono sostituire la  pena detentiva e pecuniaria con il "lavoro di pubblica utilità".

Nello specifico il provvedimento, stabilito dal giudice, riguarderà due persone che non potranno ricevere alcun tipo di retribuzione.

"Come amministrazione abbiamo accolto positivamente la convenzione con il tribunale di Chieti che - dichiara iMarinucci - consente di  mettere alla prova persone che hanno condanne penali di lieve entità con lavori socialmente utili offrendo un percorso di riabilitazione e inclusione sociale che si dimostra tale nei fatti".

La convenzione specifica anche le prestazioni non retribuite che saranno svolte in favore della collettività: attività di supporto ai servizi comunali (sistemazione archivio, ritiro posta, fotocopiatura, protocollo, ecc), attività di supporto alla squadra operai nel servizio viabilità, di spazzamento strade, pulizia piazze, pulizia aree verdi, di manutenzione degli immobili, per l'organizzazione di manifestazioni pubbliche estive e invernali, attività di supporto nella promozione culturale e turistica, di supporto ai progetti di promozione delle politiche sociali e attività al servizio di  assistenza delle politiche di tutela ambientale.

"Con la firma della convenzione - conclude Marinucci - anche il Comune  di San Giovanni Teatino è diventato parte di un sistema virtuoso per  tante persone che riescono ad evitare il carcere per piccoli reati  svolgendo attività utili per la collettività e, in molti casi, determinanti per la loro crescita umana e civile".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Amaretti abruzzesi: cosa sono e la ricetta per prepararli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento