Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Centro / Villa Comunale

LETTORI Villa Comunale: dove mettere la statua di Chiarini?

Due settimane fa, all'incontro con la cittadinanza per illustrare l'avanzamento dei lavori di riqualificazione, non è arrivata alcuna proposta su dove spostare il busto, che al momento è parcheggiato in un magazzino comunale

Presso la Casina dei Tigli a Chieti, i progettisti dei lavori di riqualificazione architettonica ed ambientale del secondo lotto della villa comunale, Di Monte e Di Luzio, hanno proposto un incontro-dibattito con la cittadinanza per illustrare l'avanzamento dei lavori.

Erano presenti anche gli assessori Bevilacqua e Colantonio che hanno evidenziato la trasformazione del progetto rispetto alla vecchia situazione, sia sull'aspetto polmone verde che strutturale.

Colantonio ha evidenziato la miglioria del recupero delle acque piovane, delle ulteriori installazioni di apparati di videosorveglianza per la sicurezza del cittadino e per debellare gli atti vandalici rimarcando l'intenzione di recuperare il campetto di pallacanestro anche per sviluppare i concerti estivi all'aperto.

Oltre a ciò si vuole riportare agli albori il terrazzo della casa dello studente, ex GIL “Gioventù italiana del littorio”e la gradinata, luogo di aggregazione dei giovani che adoperavano gli scalini per sedersi, così si approfondiva la conoscenza, la cultura e si improvvisavano sedute.

Gli amministratori immancabilmente hanno ricordato la spesa del progetto: 1 milione e duecentomila euro.

I progettisti Di Luzio e Di Monte con la proiezione delle diapositive e precisi richiami storici hanno fatto rivivere “la villa di una volta”.

Il primo tratto del viale IV Novembre giace sull’asse visivo che collega la Villa Frigery, attraverso il sistema delle fontane, con il campanile della Cattedrale da un lato e lo scenario della Maiella dall’altro. Hanno illustrato il materiale che hanno adoperato per la pavimentazione dei viali, delle panchine, degli effetti luce alle fontane. Hanno proposto l'abbassamento del basamento della vasca della fontana a piazza Mazzini, per far risaltare l'elegante sequenza verticale di forme zoomorfe. Per realizzare questa modifica, purtroppo c'è un costo non preventivato di 20 mila euro, che è lo 0,02 per cento della somma stanziata per il progetto.

Ai pochi partecipanti all'incontro è stato ricordato il motivo della scelta delle lastre di ghisa che collegano longitudinalmente e ritmicamente gli alberi del viale.

Su ogni lastra è inciso un verso di un sonetto che può essere letto mentre si cammina.

Ma l'incontro è stato organizzato anche per parlare della statua di Giovanni Chiarini. Questo giovane esploratore non avrà più il suo luogo di “ residenza”.

L'amministrazione comunale e i progettisti attendevano dai cittadini idee dove spostare il suo busto. Per il momento è stato depositato al magazzino del comune alla villa comunale e per compagnia sta vicino ad un'altra scultura, meno importante, ma altrettanto carismatica, per la motivazione con la quale è stata realizzata.

L’idea di sistemare tutti “i mezzi busti” della Villa Comunale in un unico posto non convince: sarebbe come creare un cimitero, senza dare la dovuta importanza a persone che hanno onorato Chieti.

Lavori alla Villa Comunale/foto Luciano Pellegrini

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

LETTORI Villa Comunale: dove mettere la statua di Chiarini?

ChietiToday è in caricamento