Cronaca

Lanciano, ragazza frustata e insultata dalla madre adottiva

Frustata e insultata dalla madre adottiva. Questo è il trattamento che veniva riservato a una ragazza dell'est Europa da una tedesca residente nella provincia di Chieti

Frustata e insultata dalla madre adottiva. Questo è il trattamento che veniva riservato a una ragazza dell'est Europa (minorenne all'epoca dei fatti) da una tedesca residente, insieme alla sua famiglia, nella provincia di Chieti.

Ora il gup del tribunale di Lanciano ha rinviato la donna a giudizio per maltrattamenti. La prima udienza del processo si terrà il prossimo 15 ottobre.

E' stata la stessa figliastra, oggi maggiorenne, a incastrare la sua aguzzina. Già quando andava a scuola, la giovane si era lamentata delle umiliazioni che era costretta a sopportare, ma la goccia che ha fatto traboccare il vaso è stato un trauma alla testa che l'ha costretta a farsi medicare in ospedale, dove i medici l'hanno giudicata guaribile in dieci giorni.

A quel punto la ragazza ha detto basta, e ha sporto denuncia contro la madre adottiva.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lanciano, ragazza frustata e insultata dalla madre adottiva

ChietiToday è in caricamento