menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lanciano, assolto l'imprenditore Colasante: era accusato di riciclaggio alla Asl

L'imprenditore e gli amministratori delle sue società sono stati assolti con formula piena

Sevizio di lavanolo all'ospedale di Lanciano: assolti con formula piena l'imprenditore Antonio Colasante e gli amministratori delle sue società

Si è svolta oggi in tribunale a Lanciano  l’udienza preliminare del processo a carico dell'imprenditore abruzzese arrestato nel marzo 2017 con l’accusa di riciclaggio, riguardo al servizio di lavanolo all'ospedale di Lanciano. All’esito delle arringhe difensive degli avvocati Franco Coppi, Giuliano Milia ed Elio Di Filippo il giudice, Marina Valente, ha prosciolto Antonio Colasante dall’accusa a suo carico, con formula piena, ‘perché il fatto non sussiste’.

Insieme all'imprenditore Colasante sono stati altresì prosciolti i 4 amministratori delle società del Gruppo che erano sott'accusa. Anche nei loro confronti l’accusa per il reato di riciclaggio era insussistente. “Siamo soddisfatti per quanto deciso dal giudice. Abbiamo dimostrato la verità dei fatti” il commento di Colasante.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scende l'Rt e Marsilio è fiducioso: "L'Abruzzo non sarà tutto rosso"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento