Ladri seriali alla scuola di via Pescara: arrestati dopo aver scassinato i distributori

La coppia sorpresa e bloccata dai carabinieri subito dopo essersi introdotta nei locali del Comprensivo 3 a Chieti Scalo. Uno di loro era già agli arresti domiciliari

immagine di archivio

Ladri di macchinette alla scuola dell'istituto comprensivo 3 di via Pescara, dove una coppia è stata sorpresa e bloccata subito dopo essersi introdotta nell'edificio a Chieti Scalo.

I due ladri, muniti di cacciaviti e arnesi atti allo scasso, dopo aver forzato la porta di ingresso nella notte tra mercoledì e giovedì sono entrati nel plesso scolastico e hanno scassinato una macchina erogatrice di bevande asportando circa 70 euro in monete.

Li hanno fermati subito dopo la fuga i carabinieri della compagnia di Pescara, che hanno intensificato la vigilanza notturna nei plessi scolastici. In manette sonbo finiti due pescaresi, già noti alle forze dell'ordine: D.C.C. 36enne e P.V. 33enne. Quest’ultimo ha commesso il reato pur permanendo in regime di arresti domiciliari, motivo per cui è stato anche denunciato per evasione.

I due sono stati tratti in arresto con l’accusa di furto pluriaggravato poiché, oltre allo scasso, è stata contestata l’aggravante di aver commesso il fatto all'interno di un edificio pubblico. A P.V. è stato contestato anche il reato di evasione dal momento che lo stesso stava espiando la misura cautelare degli arresti domiciliari inflittagli dal gip di Pescara per un furto simile commesso appena due settimane alla scuola media Mazzini di Pescara.

Condotti dinanzi altTribunale di Chieti per il processo direttissimo, dopo la convalida dell’arresto, P.V. è stato rinchiuso nel carcere di San Donato, mentre D.C.C. è stato rimesso in libertà poiché incensurato. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le indagini dei carabinieri sono in corso per accertare se la coppia abbia commesso altri reati dello stesso genere, frequenti all’interno delle scuole della città e dell’hinterland. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una bimba abruzzese disegna il nuovo peluche venduto da Ikea

  • Negozio di abbigliamento cerca personale per imminente apertura al Megalò

  • VIDEO - Facevano acquistare alla Asl protesi a prezzo gonfiato: quattro persone arrestate e 2 medici sospesi

  • Firmato il nuovo Dpcm: tutti i divieti e le restrizioni in vigore per un mese

  • Serve clienti al bancone dopo le 18: barista sanzionato dai carabinieri

  • Il Comune di Chieti procede con le assunzioni: 12 figure entro fine anno

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento