menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si fingono clienti per rubare il portafogli: commercianti nel mirino dei malviventi

L'ultimo episodio in zona Sant'Anna quando tre donne sono entrate in un negozio. Ecco la descrizione

Non bastano i tentativi di truffa o furti in casa ad opera di malviventi sempre più fantasiosi, che si fingono operai Enel, come accaduto pochi giorni fa a Chieti Scalo, medici, impiegati o addirittura giornalisti. Ora i ladri prendono di mira anche i negozi con gli stratagemmi più fantasiosi. 

L’ultimo episodio risale all’altro ieri (mercoledì 21 dicembre), nella zona di Sant’Anna, vicino al cimitero. Intorno alle 17.30, tre persone sono entrate in un negozio con la scusa di dover acquistare, ma, mentre la commessa si occupava dei clienti, uno del trio faceva sparire il portafogli dopo essersi intrufolato dietro la cassa senza farsi vedere. 

Il trucchetto è vecchio: una volta ripulita la vittima malcapitata, i tre spiegano di non aver più bisogno di nulla ed escono dal negozio. Ma, quando il commerciante si accorge che manca il suo portafogli, è ormai troppo tardi.

In questo caso, il bottino è stato magro: nel portafogli c’erano solo 5 euro. E alla vittima di questo episodio non è rimasto far altro che far denuncia ai carabinieri e bloccare conti e carte di credito. 

Secondo la sua testimonianza, si tratta di tre donne, una bassa, con capelli lunghi e neri, con accento straniero, mentre le altre due, una più giovane e una più anziana, parlano con una cadenza del nord Italia. Una indossava un cappotto blu e un cappello di maglia beige, da cui sbucavano riccioli biondi, mentre l’altra, con lo stesso copricapo, aveva invece capelli ricci scuri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento