Cronaca

Ladri di olive e coltivatori di cannabis: madre e figli denunciati

Dodici chili di olive erano stati rubati da alcuni terreni, la polizia ha fatto irruzione in un casolare di campagna a Vasto dove ha scoperto anche una coltivazione illecita di sostanze stupefacenti

Due fratelli di 32 e 37 anni sono stati denunciati dagli agenti del commissariato di Vasto assieme alla loro madre 67enne per produzione illecita di sostanze stupefacenti e furto aggravato in concorso. 

La polizia da tempo seguiva i movimenti dei due fratelli abitanti nella zona perché sospettati di essere gli autori di alcuni furti di olive. Dopo diversi appostamenti, gli agenti del commissariato hanno scoperto una coltivazione illecita di sostanze stupefacenti in un casolare ubicato in aperta campagna a Vasto, nelle vicinanze del parco acquatico “Aqualand”.

Intervenuti presso l’abitazione dei due, all’interno della quale era presente anche la madre, gli agenti dopo una perquisizione sono riusciti a sequestrare due piantine di cannabis collocate sul tetto dentro dei vasi e all’interno della rimessa circa 5 chili di altre piante di stupefacente in fase di essiccazione.

In casa sono stati poi recuperati circa 12 chili di olive rubate precedentemente. La merce è stata subito riconsegnata ai proprietari dei terreni da cui era stata sotratta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri di olive e coltivatori di cannabis: madre e figli denunciati

ChietiToday è in caricamento