La Ops spa e gli impegni per il futuro

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

Rigenerazione è il termine per definire il nuovo corso della OPS spa. Dopo tre anni d’intensa laboriosità e di tribolata attività profusa a difesa del servizio e dei livelli occupazionali, giunge il momento per fare il punto e definire il quadro da cui ripartire. Ampie e profonde le iniziative per la razionalizzazione della spesa, per la riorganizzazione della struttura, delle funzioni degli uffici e del patrimonio umano; operazioni dettate dalla nota Spendig Rewiew che, sin dall’inizio del mandato, dal maggio 2015, imponevano dolorosi tagli ed esuberi tali da individuare proprio nell’immediato la cassa in deroga quale una delle prime soluzioni adottate ed andate a segno. Lunghe e tormentate le vicende che poi hanno caratterizzato le fasi legate alla migrazione dei servizi in Regione. Servizi che poi sono stati riassegnati alle Province, dunque alla OPS, proprio nell’agosto scorso e che hanno reso incerto fino alla fine ogni possibile previsione. Faticose le analisi, le numerose rielaborazioni e gli incontri tecnico - amministrativi che si sono succeduti nel corso del 2016 e nel primo semestre 2017, il tutto per restituire slancio ed operatività all’azienda che nel giro di poco tempo ha dovuto far fronte ad altri tagli dolorosi e soprattutto alla redazione ed all’approvazione del Nuovo Regolamento e del nuovo Piano Industriale per le Verifiche degli Impianti Termici, potendo garantire certezze occupazionali per i prossimi sei anni. Dunque non più esuberi, come nel vecchio piano, possibilità invece di incrementare occupazione con l’apertura di nuovi servizi con le verifiche sulle Attestazioni di Prestazioni Energetiche che sono in corso. Un lavoro che non conosce sosta e che continua con l’avvio della rimodulazione dei servizi informatici (l’altro progetto aziendale) e l’apertura a nuove attività di servizio pubblico per il nuovo piano industriale del Servizio Informativo Provinciale Integrato per il 2019. La OPS spa, nella prossima assemblea del 27 aprile 2018, si accinge ad approvare il bilancio consuntivo 2017, potendo presentare gli ottimi risultati conseguiti nell’ultimo triennio, partendo proprio dalle considerazioni che ponevano la liquidazione della società, nel dicembre 2014, tra le possibili opzioni alle gravi questioni di bilancio provinciale. Oggi si può parlare di un’azienda in salute. Un nuovo corso dunque per la OPS spa, un nuovo quadro che disegna in modo chiaro e sicuro il campo operativo del prossimo futuro. In definitiva conti in ordine; patrimonio a posto, risorse umane preparate e disponibili. Nonostante tagli, migrazioni mancate, problemi amministrativi e legali d’ogni sorta, tutto adesso si concentra in una rigenerazione salutare che consegna oramai al passato ogni problema, ogni tribolazione e sofferenza di sorta.

Torna su
ChietiToday è in caricamento