Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Lanciano

Allagano e danneggiano una scuola di Lanciano: denunciati due minorenni

Danneggiato in modo grave l'istituto professionale "De Giorgio". Due studenti dello stesso, responsabili dell'evento, sono stati denunciati dai carabinieri

Svastiche, simboli fallici, ingiurie con vernice bianca spray sulla vetrata d’accesso, il pian terreno allagato dall’acqua dei radiatori, le cui valvole erano state tutte aperte e ancora, estintori sradicati, una bandiera dell’Italia scardinata e un distributore automatico di merendine ribaltato. Questo lo scenario a cui il personale dell’Istituto professionale “De Giorgio” a Lanciano ha assistito ieri mattina. Una scuola ubicata in una zona piuttosto isolata da far sì che l’invasione dei vandali, penetrati nottetempo nel plesso attraverso una porta taglia fuoco, passasse inosservata.

Subito allertati i carabinieri, coordinati dal capitano Massimo Capobianco, si sono messi a lavoro per individuare i malfattori, cercando impronte e tracce che potessero contribuire a identificarli. Tra l’altro, come se non bastasse, i vandali avevano azionato gli estintori cospargendo completamente l’intero ufficio di segreteria, dove vi erano fascicoli e documenti importanti. Quantificare il danno è pressoché impossibile, perché a quello materiale si aggiunge la difficoltà di recuperare gli atti devastati e riuscire a reperire, in vista degli imminenti esami, una sede idonea ad accogliere gli scrutini.

I carabinieri hanno indirizzato le indagini verso qualche studente che poteva avere motivi di risentimento verso i quadri scolastici, affissi il giorno prima. Il cerchio si è stretto con il reperiemento di due chiare impronte di scarpa, un 43 e un 44, al che ci si è focalizzati solo sui ragazzi. Ecco quindi che in breve i colpevoli sono saltati fuori: si tratta di due minorenni, provenienti da famiglie rispettabilissime, i quali. incastrati dagli inquirenti, non hanno potuto far altro che ammettere il proprio coinvolgimento in quella che non può essere semplicemente definita 'bravata'. Sono stati dunque deferiti a piede libero alla Procura del Minori presso il Tribunale di L’Aquila per danneggiamento aggravato.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allagano e danneggiano una scuola di Lanciano: denunciati due minorenni

ChietiToday è in caricamento