Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Istituti Riuniti, D'Alfonso dice no agli immigrati e annuncia 300 mila euro

Il presidente della Regione ha visitato le case di riposo in piazza Garibaldi e ha rammentato l'incompatibilità della struttura e la necessità di trovare soluzione altrove. I dipendenti da tempo alle prese con problemi gestionali e ritardi nei pagamenti

la riunione sabato pomeriggio

Niente profughi agli Istituti Riuniti San Giovanni Battista perché la struttura non è idonea, arriveranno invece 300.000 euro. E’ quanto promesso dal Governatore Luciano D’Alfonso nel pomeriggio di ieri, sabato 18 aprile, durante la sua visita lampo all’Istituto in piazza Garibaldi. Ad attenderlo il sindaco Di Primio, il presidente Dario Recubini, il segretario provinciale del Diccap Smeraldo Ricciuti con alcuni lavoratori e il consigliere Pd Luigi Febo.

D’ALFONSO - “Le compatibilità - ha detto il presidente della Regione - mi suggeriscono di trovare soluzione altrove, sapendo che una comunità nazionale ha diritto di chiamare a raccolta per la solidarietà le istituzioni territoriali. Noi sappiamo che non c'è un solo luogo che può dare questa risposta, ma ci sono luoghi già sperimentati su questo fronte”.

Poi l’annuncio dei fondi:. “Siamo nella condizione di poter destinare 300.000 euro per fare in modo che venga ulteriormente efficientata questa struttura, dobbiamo dare luogo a nuova vita a Villa degli Ulivi – ha proseguito - e poi fare in modo che una certa pigrizia cartacea che a volte regolamenta rapporti tra uffici venga superata nella direzione del rapporto Asl-azienda. Perché noi vogliamo che questo servizio continui ad avere un valore e se ha un valore deve essere riconosciuto e remunerato".

I PROBLEMI - I dipendenti degli Istituti riuniti "San Giovanni Battista" da tempo sono alle prese con problemi gestionali e ritardi nel pagamento degli stipendi ai 72 dipendenti. Qualche settimana fa il Cda, in risposta a una procedura aperta dalla Prefettura di Chieti, aveva offerto la propria disponibilità per  allestire al suo interno un servizio di prima accoglienza ai cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale. Ma in molti, sindaco compreso, hanno protestato contro questa ipotesi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Istituti Riuniti, D'Alfonso dice no agli immigrati e annuncia 300 mila euro

ChietiToday è in caricamento