rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca

L'Istat: Chieti prima in Abruzzo per aree pedonali

Scarseggia invece in piste ciclabili. Lo dice una ricerca del Centro Studi Continental su dati Istat che specifica l'evoluzione avuta in quattro anni da piste ciclabili, aree pedonali e zone a traffico limitato nei comuni capoluogo di provincia

Chieti è il primo comune d'Abruzzo per aree pedonali con 68,3 m2 di aree pedonali per 100 abitanti. Lo dice una ricerca del Centro Studi Continental su dati Istat, che specifica anche l’evoluzione avuta dal 2008 al 2012 da piste ciclabili, aree pedonali e zone a traffico limitato nei comuni capoluogo di provincia. Dal 2008 al 2012 a Chieti le aree pedonali sono cresciute del 2%, passando dal 66 al 68%. A Pescara  le aree pedonali occupano il 28%, a L'Aquila l'8% e a Teramo il 2%.

Pescara è il comune capoluogo di provincia in Abruzzo con la maggiore estensione di piste ciclabili (48,02 km di piste ciclabili per 100 km2 di superficie) e di zone a traffico limitato (0,37 km2 di zone a traffico limitato per 100 km2 di superficie comunale). A Chieti invece, km di piste ciclabili per 100 km2, sono a malapena 1,01 (nel 2008 erano 1,68 km). Stabili i chilometri di zone a traffico limitato: in quattro anni sono rimaste sempre 0,14 km2 per 100 km2 di superficie comunale

DATI NAZIONALI - Passando alla situazione emersa a livello nazionale, vi è da dire che nel 2008 nei comuni capoluogo di provincia italiani vi erano mediamente 0,60 km2 di zone a traffico limitato per 100 km2 di superficie comunale; nel 2012 questo rapporto è arrivato a quota 0,64, con un aumento del 6% in cinque anni. Sempre nel periodo che va dal 2008 al 2012 i m2 di aree pedonali per 100 abitanti sono passati da 31,05 a 33,44, con una crescita del 7,7%. Molto più forte l’incremento per le piste ciclabili. Infatti i km di piste ciclabili per 100 km2 di superfice comunale nel 2008 erano mediamente 12,93 mentre nel 2012 erano 17,40 con un aumento del 34,5%.

I dati che scaturiscono dalla ricerca del Centro Studi Continental dimostrano un crescente interesse da parte delle amministrazioni pubbliche per il miglioramento della qualità della vita nelle nostre città, nonostante le difficoltà della crisi economica, che ha avuto un impatto pesante anche sui bilanci delle amministrazioni locali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Istat: Chieti prima in Abruzzo per aree pedonali

ChietiToday è in caricamento