rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca

Intossicati alla cena durante il ciclo-pellegrinaggio: in 38 finiscono in ospedale

Notte da incubo per alcuni ciclisti che durante la tappa Osimo-Chieti sono finiti al pronto soccorso dopo una cena in parrocchia. Con loro c'era anche un bimbo di 8 anni. Indagano i carabinieri

È partita nel peggiore dei modi la 13esima edizione del ciclo pellegrinaggio Osimo-Copertino 2019, organizzato in onore di San Giuseppe. Durante la prima tappa Osimo-Chieti un gruppo di ciclisti salentini si è sentito male dopo essersi ritrovato a cena insieme ad altri amici nel salone della parrocchia della Misericordia di Osimo.

Come racconta AnconaToday, venerdì sera il gruppo di ciclisti, arrivati con mogli e figli nelle Marche per partecipare alla prima tappa Osimo-Chieti del tour organizzato dall’associazione culturale Casello Tredici, si è ritrovato a cena per consumare lasagne, carne, patate e bibite acquistate e cucinate esternamente.  

Rientrati in hotel, hanno cominciato ad avere nausea, vomito e dissenteria. In 38 sono finiti all’ospedale, tra questi anche un bambino di 8 anni.

Per fortuna tutti sono stati dimessi e i ciclisti hanno potuto presentarsi regolarmente alla partenza della prima tappa del ciclo-pellegrinaggio, in direzione Chieti. 

Nel frattempo i carabinieri di Osimo, avvertiti dai medici, hanno ascoltato i pazienti e il parroco della chiesa, sequestrando parte del cibo avanzato che era stato riposto in frigorifero. Ora si attendono i risultati delle analisi di laboratorio per capire se vi fossero alimenti avariati o mal conservati o se vi sia stato qualche problema nella cottura, in modo da risalire alle cause dell’intossicazione alimentare.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intossicati alla cena durante il ciclo-pellegrinaggio: in 38 finiscono in ospedale

ChietiToday è in caricamento