menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Per quattro anni intasca la pensione della nonna morta: teatino a giudizio

La donna morì nel maggio del 2012 ma il nipote continuò ad intascare le sue quattro pensioni fino a novembre del 2016, riscuotendo ben 128.218 euro

Il gup del Tribunale di Chieti Luca De Ninis ha rinviato a giudizio per truffa F.F.,  teatino di 57 anni che per 4 anni avrebbe riscosso la pensione della nonna morta.

Secondo l’accusa l’uomo non aveva comunicatò né all’Inps né all’Inail il decesso della nonna continuando a percepire le quattro pensioni di cui la donna era titolare: la pensione di invalidità, la pensione di reversibilità, la rendita Inail che spetta ai familiari dei lavoratori deceduti a causa di un infortunio o di una malattia professionale e la pensione da dipendente pubblico.

La donna morì nel maggio del 2012, ma il nipote continuò ad intascare la pensione fino al 30 novembre del 2016 dal momento che le somme venivano accreditate su un libretto postale cointestato. Secondo i calcoli dei due istituti di previdenza F.F. avrebbe così riscosso indebitamente 128.218 euro.

Nell’udienza di ieri l'Inail si è costituita parte civile, il processo è stato fissato per il 23 maggio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scende l'Rt e Marsilio è fiducioso: "L'Abruzzo non sarà tutto rosso"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento