Inseguimento con sparatoria dopo l'assalto al Postamat di Piane d'Archi

Uno dei rapinatori è rimasto ferito, gli altri sono stati arrestati. Coinvolta anche un'auto con a bordo dei giovani, rimasti illesi

Residenti svegliati dagli spari alle 3 della scorsa notte a Piane d'Archi, dove i carabinieri hanno sventato un assalto al bancomat delle Poste.

Cinque banditi originari di Cerigola e dintorni, provincia di Foggia, erano in procinto di far esplodere il Postamat quando sono stati sorpresi dai militari.

I malviventi, armati di fucili, non hanno esitato ad ingaggiare un pericoloso conflitto a fuoco con i carabinieri all’esito del quale un membro della banda è rimasto ferito alla gamba e alla caviglia ed è ora ricoverato all’ospedale “Renzetti” di Lanciano con una prognosi di 30 giorni. Illesi, invece, i militari intervenuti che, dopo un inseguimento, sono riusciti a bloccare e ad arrestare i cinque soggetti a bordo di un'auto nelle campagne circostanti.

Tra le accuse quella di tentato omicidio poichè nella fuga hanno tentato di inestrie un carabiniere.

Un gruppo di giovani che in quel momento si trovava al bar è scappato in auto per lo spavento ritrovandosi nel mezzo del conflitto a fuoco: sono rimasti tutti illesi.

Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco e il 118.

I mlaviventi arrestati la scorsa notte sarebbero anche i responsabili di una recente rapina in una gioielleria al centro commerciale di Lanciano

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quattro nuovi corsi di laurea all’università “d’Annunzio”

  • Muore a 15 anni dopo lo schianto con lo scooter: terribile lutto a San Giovanni Teatino

  • Referti falsi via WhatsApp dopo gli esami: nei guai una ginecologa della Asl di Chieti

  • Coronavirus: ci sono altri 39 positivi, la maggior parte sono migranti ospitati in Abruzzo

  • Ladri in gioielleria a Megalò, scatta l'allarme e perdono parte dei preziosi lungo i corridoi

  • Denunciati i responsabili dell'incendio al chiosco "La Villetta kebab" in piazza Garibaldi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento