menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inseguito per le vie di Pescara con l'auto rubata tenta di investire i carabinieri: arrestato 39enne di Chieti

L'uomo, pregiudicato, alla vista dei carabinieri lungo la Tiburtina si è dato alla fuga a forte velocità. Dopo un lungo inseguimento i militari sono riusciti a bloccarlo e trarlo in arresto

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Pescara, a conclusione di un inseguimento a forte velocità per le vie cittadine, la notte scorsa hanno bloccato e tratto in arresto, nella flagranza dei reati di resistenza, ricettazione e false attestazioni a pubblico ufficiale sulla identità, A.M., 39enne residente a Chieti, pregiudicato.

L’uomo, sorpreso sulla via Tiburtina alla guida di un’auto rubata, alla vista dei carabinieri si è dato alla fuga a forte velocità nel tentativo di far perdere le sue tracce. E’ stato raggiunto e bloccato in via G. D’Annunzio, dove l’uomo, con una manovra repentina, ha dapprima tentato di investire uno degli operanti e poi ha continuato la fuga fino a questa via V. Colonna, dove ha abbandonato il veicolo e si è dato alla fuga a piedi.

Raggiunto nuovamente, ha iniziato una colluttazione con i militari, i quali però sono riusciti a bloccarlo e a trarlo in arresto. A.M. era sprovvisto di documenti di riconoscimento e ai carabinieri ha fornito dichiarazioni false circa la sua identità. Sottoposto però ad accertamento tramite sistema AFIS, i militari sono immediatamente risaliti all’esatte generalità del malvivente.

Assolte le formalità di rito, l’arrestato è stato trattenuto presso le camere di sicurezza in attesa del giudizio direttissimo fissato per la mattinata di domani dall’Autorità Giudiziaria.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Amaretti abruzzesi: cosa sono e la ricetta per prepararli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento