Cronaca

Enti Previdenziali in stato di agitazione: uffici chiusi giovedì 18 ottobre

I servizi di informazione dell'INPS a Chieti, Lanciano e Vasto e dell'INPDAP di Chieti saranno chiusi in quanto il personale parteciperà all'Assemblea unitaria indetta da sindacati ed Rsu

Il personale delle sedi INPS e INPDAP è in stato di agitazione contro il Disegno di Legge di Stabilità 2012, pertanto, i servizi di informazione dell'INPS a Chieti, Lanciano e Vasto e dell'INPDAP di Chieti giovedì 18 ottobre resteranno chiusi per permettere al personale di partecipare all'Assemblea unitaria indetta da sindacati (Usb, Cgil, Cisl, Uil, Cisal) ed Rsu.

Il Disegno di Legge stabilisce un taglio di ulteriori 300 milioni di euro agli Enti Previdenziali prelevati dal salario dei dipendenti, il blocco ulteriore dei contratti nazionali fino al 2018, l’eliminazione dell’indennità di vacanza contrattuale e il dimezzamento della retribuzione nei giorni di fruizione della Legge 104/92 solo per i dipendenti pubblici.

Sindacati ed Rsu ritengono che "questo disegno prosegua l’opera di smantellamento della previdenza e assistenza pubblica a tutto favore del privato. In questa ottica - aggiungono - va anche la drastica riduzione del personale decisa con la Legge sulla spending review che negli Enti previdenziali prevede una riduzione di circa 4200 unità (circa una quarantina nelle Sedi di Chieti, Lanciano e Vasto) mentre non si tiene in alcun conto che i servizi che INPS e INPDAP erogano in Italia con 33.000 addetti, in Francia vengono erogati (e non tutti) con ben 120.000 addetti ed in Germania con oltre 70.000 unità. Questi dati dimostrano chiaramente l’intenzione di questo Governo di smantellare completamente il sistema pubblico di protezione sociale facendo il vuoto e lascando spazio a interessi privatistici".


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Enti Previdenziali in stato di agitazione: uffici chiusi giovedì 18 ottobre

ChietiToday è in caricamento