menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Ansa

Foto Ansa

Inizia il processo contro Silvia Ferrante, citata in giudizio da Terna

Dalla donna di Paglieta la multinazionale vuole un rimborso da 16 milioni di euro. Ma in tantissimi stamattina sono arrivati a Lanciano per portarle solidarietà

Al via questa mattina (lunedì 1° febbraio), a Lanciano, il processo contro Silva Ferrante, 37 anni, di Paglieta, citata in giudizio 24 volte da Terna per aver protestato contro la presa in possesso dei terreni dove sorgerà l'elettrodotto Villanova-Gissi. Davanti al tribunale frentano in tantissimi si sono radunati per portare solidarietà alla donna, a cui la multinazionale, assistita dall'avvocato Giulia Bongiorno, ha chiesto un risarcimento totale pari a 16 milioni di euro.

Oggi sono partite le prime nove posizioni di persone citate in giudizio, tra cui Ferrante. Per alcune delle altre otto parti comparse si profila un accordo di transazione bonaria. La giudice Cleonice Cordisco ha fissato la prossima udienza al 16 maggio, ma Ferrante dovrà affrontare altre 23 udienze. 

"Oggi è una giornata di dispiaceri - ha detto la donna prima di entrare in aula - ma anche di gioia per la solidarietà che mi viene dimostrata. Non ho mai fatto alcuna azione violenza ho solo difeso con altre persone i diritti di tutela della salute e dell'ambiente". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento