Cronaca

Industria e ricerca scrivono al Governo per salvare la Thales

Documento unitario sottoscritto ieri al termine del convegno organizzato dalla Regione, per non far perdere il polo di ricerca teatino

Una lettera al Governo per chiedere di trovare “una positiva soluzione che permetta il mantenimento e il potenziamento sul territorio del polo tecnologico chietino rappresentato oggi dal sito di Thales Italia, esempio di successo da oltre 40 anni di piena integrazione tra il mondo industriale e quello accademico, patrimonio di competenze e conoscenze del territorio abruzzese e dell’intero Paese”.

E’ terminato con la sottoscrizione di questo documento il convegno “Abruzzo: (Dis)investire in Ricerca e sicurezza?”, organizzato dalla Regione, che si è tenuto ieri pomeriggio (venerdì 1° aprile) nella sala consiliare della Provincia. 

Fra i relatori - e firmatari della lettera - i rappresentanti della ricerca abruzzese, ossia le tre università della regione, il laboratorio Infn, l’istituto Zooprofilattico, il laboratorio Gssi e le principali realtà industriali, ossia il polo Ict e quello Automotive, oltre agli rsu della Thales, occupata dal 22 marzo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Industria e ricerca scrivono al Governo per salvare la Thales

ChietiToday è in caricamento