Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Mercato immobiliare: bene solo in zona università, Filippone e Tricalle

Nel complesso l'andamento del mercato immobiliare per la città è in calo. A Chieti alta grande offerta dell'usato ma poca domanda. Si preferisce soprattutto il trilocale

Mercato immobiliare in calo a Chieti: nel primo semestre 2012 si sono registrate 220 transazioni, contro le 230 dello stesso periodo dell’anno precedente; nell’intera provincia invece, il dato è di 1.387, contro 1.720 del primo semestre 2011.

Il report dell’Ufficio Studi Gabetti evidenzia quotazioni in flessione del 5,1%, con tempi di vendita che si attestano mediamente tra i 6 e gli 8 mesi.  Gli sconti in sede di chiusura delle trattative sono aumentati, attestandosi intorno al 10-15%.

COLLE C’è una forte differenziazione tra il colle e lo scalo. Chieti alta presenta un’ampia offerta di usato, spesso in condizioni non ottimali e di ampia metratura, per la quale la domanda è piuttosto scarsa, confermando il trend degli ultimi anni. Le richieste si indirizzano prevalentemente a  trilocali e quadrilocali con valori tra i 180 e i 230 mila euro.

Più dinamiche le zone semicentrali come Filippone e Tricalle, che hanno valori per il medio in buono stato intorno ai 1.300 euro al mq; la richiesta prevalente è per bilocali e trilocali con prezzi ricompresi tra 140 e 180mila euro.

SCALO Il maggiore dinamismo si registra a Chieti Scalo e dintorni con un’offerta di nuovo superiore che sta raccogliendo buona parte della domanda di tipo medio per prima abitazione. Tiene la  domanda d’investimento anche da parte di molisani e pugliesi, grazie alla presenza dell’Università, con budget nell’ordine di 110-160 mila euro.  In zona Università le quotazioni dell’usato in buono stato vanno dai 1.300 ai 1.500 euro al mq, mentre per le soluzioni da ristrutturare siamo tra i 1.100 e i 1.250 euro al mq.

Il taglio più domandato per investimento è il trilocale, destinato poi in molti casi all’affitto per studenti. Il mercato delle locazioni per studenti è infatti ancora particolarmente attivo, con valori per una camera singola che oscillano tra i 250 e i 330 euro al mese.

COMPRAVENDITE Per quanto riguarda le compravendite, secondo i dati dell’Agenzia del Territorio, nel 2011 si sono realizzate 495 transazioni residenziali nel capoluogo e 3.635, considerando l’intera provincia, in calo dell’8,3%, rispetto al 2010.

In centro storico, alla stazione e nei pressi della villa comunale troviamo la maggior parte degli appartamenti signorili o in buono stato acquistati, nelle medesime zone gli stessi sono i più costosi anche spostandoci su una fascia media o economica. Un appartamento medio da ristrutturare ha un costo che oscilla sui 1150 euro a mq, come nei quartieri Filippone e Levante.  Gli immobili più economici e in buono stato sono a Tricalle e in semicentro (1100-1200 euro al mq)

IL COMMENTO  Lucio Sansone, titolare dell’Agenzia Gabetti di Chieti commenta così l’andamento dei primi sei mesi del 2012: “Abbiamo assistito ad un rallentamento nel numero di compravendite, a causa delle problematiche connesse all’accesso al credito. A partire dal mese di luglio abbiamo riscontrato una lieve ripresa, grazie anche ad una maggiore disponibilità dei proprietari a rivedere i prezzi richiesti”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercato immobiliare: bene solo in zona università, Filippone e Tricalle

ChietiToday è in caricamento