Omessa manutenzione dei viadotti autostradali: indagati i vertici di Strada dei Parchi

L'ipotesi di reato è inadempimento di contratti di pubbliche forniture e attentato alla sicurezza dei trasporti, in concorso

Immagine di archivio

Non avrebbero compiuto la manutenzione adeguata dei viadotti dell'autostrada A25: per questo, sette persone, tra i vertici della società concessionaria Strada dei Parchi, sono indagati a vario titolo, in concorso tra loro, per inadempimento di contratti di pubbliche forniture e attentato alla sicurezza dei trasporti. 

L'indagine partita nel 2016, dopo l'esposto di un'associazione ambientalista, è stata condotta dai carabinieri forestali di Pescara. 

Gli indagati sono il presidente del consiglio di amministrazione, Lelio Scopa, l'amministratore delegato, Cesare Ramadori, il direttore generale di esercizio, Gino Lai, il direttore operativo, Marco Carlo Rocchi, il direttore tecnico, Gabriele Nati, il suo predecessore, Mario Bellesia, in carica fino a ottobre 2017, il responsabile del settore Viabilità, manutenzione e ambiente, Marco Pellicciardi.

I sette sono indagati per l'omessa manuntenzione dei viadotti Popoli, Bussi, Gole di Popoli, Svincolo di Bussi, che avrebbe messo "in pericolo la sicurezza dei pubblici trasporti autostradali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Abruzzo cambia idea: "Ritorno in zona arancione dal prossimo 4 dicembre"

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • Covid-19: cambia lo scenario in Italia, ma l'Abruzzo resta 'rosso'

  • Dopo una telefonata gli clonano il numero e rubano 15 mila euro dal conto: denunciate

  • VIDEO - "Cambio moglie" fa tappa a Lanciano: i circensi Ferrandino protagonisti con i parrucchieri Sorrentino

  • Sospesi gli scavi in piazza San Giustino: ora servono finanziamenti per non rinunciare alla valorizzazione del sito

Torna su
ChietiToday è in caricamento