Incidenti stradali: il chietino ha il primato in Abruzzo, la stradale fa lezione ai più giovani

Alla villa comunale di Chieti gli studenti hanno passato la mattinata con gli agenti, provando speciali occhiali che simulano la guida in stato di ebbrezza

Nel 2018, in Italia, secondo i dati Istat ci sono stati 172.533 incidenti stradali, di cui 3,334 con esito mortale e oltre 200 mila feriti. In provincia di Chieti, il 2018 si è chiuso con 33 incidenti mortali e 1.261 con feriti: un dato che risulta il più alto tra le province abruzzesi.

I numeri dei morti sulla strada, seppur in forte diminuzione rispetto a un decennio fa, rimango però ancora alti, ed è proprio in memoria delle numerosissime vittime, che lo scorso 17 novembre è stata celebrata la “Giornata nazionale delle vittime della strada”, istituita dalla legge 29 dicembre 2017, n. 227, allo scopo di promuovere la cultura del rispetto delle regole dettate dal Codice della Strada e di migliorare la sicurezza della circolazione.

Nell’ambito di questo evento, la questura di Chieti, insieme alla polizia stradale, ha organizzato una serie di eventi di sensibilizzazione. Sono state svolte lezioni di educazione stradale a numerosi studenti del liceo artistico di Chieti. Tenuti dal comandante della Polstrada Fabio Polichetti, e dal medico della questura Antonio Castrataro, gli incontri si sono concentrati sui comportamenti corretti da tenere alla guida, e sugli effetti dell’assunzione di alcol e droga.

Inoltre, stamani alla villa comunale di Chieti, è stato allestito uno stand dove gli studenti dell’istituto industriale Savoia di Chieti e del Galliani De Sterlich, hanno provato, su un percorso predisposto, speciali occhiali che permettono di simulare la guida in stato di ebbrezza; è stato inoltre allestito un camper con tutte le attrezzature speciali in dotazione alla polizia stradale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sant'Anna piange Pierluigi Orsini, oggi i funerali

  • Ferito da un colpo di fucile durante una battuta di caccia al cinghiale: è grave

  • Poste Italiane assume portalettere anche a Chieti e provincia

  • Luisa, colpita ripetutamente e uccisa mentre scappava dal marito

  • Lanciano in lutto per la scomparsa del dottor Brasile, morto durante l'escursione sulla Majella

  • Era originario di Lanciano uno dei due escursionisti morti sulla Majella

Torna su
ChietiToday è in caricamento