Va a prendere il figlio a scuola e viene investito in pieno centro

Dopo le polemiche sul caos fuori dagli istituti al suono della campanella, questa mattina un genitore è stato travolto fuori dalle Cesarii

Immagine d'archivio

Dramma sfiorato, questa mattina, poco prima del suono dell'ultima campanella, in via Paolucci. Di fronte al plesso Cesarii, che ospita l'asilo e la scuola primaria, un genitore è stato investito da un'auto che, secondo alcuni testimoni, transitava a velocità sostenuta. Un episodio che ha scatenato il panico, considerato che dopo pochi minuti, lì fuori, sarebbero passati decine di bambini.

La situazione caotica fuori dalle scuole era già stata sollevata il mese scorso, a pochi giorni dall'inizio dell'anno scolastico, da Andrea Di Ciano e Valentina Pompilio di Ideabruzzo, che ora tornano a chiedere percorsi alternativi nelle vie adiacenti alle scuole, transennando le strade che ospitano i vari istituti. 

E, ora, tornano a invocare un intervento concreto: "Urge una soluzione prima che qualcuno si faccia male, purtroppo oggi è accaduto alle Cesarii. Le auto parcheggiate fin davanti alla porta d'ingresso bloccano la circolazione già caotica di suo, scatenando l’inferno.
La presenza della Polizia Municipale si fa sentire, ma non basta, e sono tantissimi i padri e le madri che chiedono di creare delle zone pedonali nei pressi della scuola per la salvaguardia dei bambini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore investita dall'auto con la figlia minorenne a bordo: la vittima era di Chieti

  • C'è crisi ma non si trovano i lavoratori da assumere: a Chieti e provincia mancano venditori, camerieri e camionisti

  • Morto l'uomo caduto all’interno della scala mobile di Chieti

  • Da Francavilla ad "Avanti un altro", Al Di Berardino conquista Bonolis: "Per me ha già vinto!"

  • Da innamorato a stalker dopo che lei sposa un altro, "Siamo in due a non vivere più": arrestato

  • Tamponamento a catena sull’Asse Attrezzato: code in direzione Pescara

Torna su
ChietiToday è in caricamento