Incidenti stradali con animali: più frequenti quelli causati dai cinghiali, ma l'alta velocità gioca il suo ruolo

Il bilancio del compartimento Abruzzo e Molise della polizia stradale, che da gennaio 2019 ha registrato 161 episodi

Sono 161 gli incidenti causati dall'investimento di animali rilevati dal 1° gennaio 2019 a oggi in Abruzzo e Molise dalle pattuglie del compartimento polizia stradale. In provincia di Chieti, l'ultimo risale ad appena due giorni fa, quando l'auto di un operaio di ritorno dal lavoro è stata distrutta per l'impatto con un grosso cinghiale: l'uomo, fortunatamente, è rimasto illeso.

Secondo i dati diffusi dalla stradale, circa la metà degli incidenti rilevati negli ultimi 17 mesi sono avvenuti sulle autostrade A14, A24 e A25, il resto sulla viabilità ordinaria. 

Fortunatamente, solo 7 incidenti, uno dei quali in autostrada, hanno causato lesioni ai conducenti, tutte non gravi e con prognosi non superiori ai 10 giorni. 

Solo in minima parte, ci sono stati investimenti di animali domestici: sono invece più frequenti gli attraversamenti di fauna selvatica, non solo in zone montuose, ma sempre più frequentemente in aree urbanizzate. 

In Molise, le pattuglie della polizia stradale sono intervenute per investimento di animali nei territori di Oratino e Guglionesi, in provincia di Campobasso, mentre in Abruzzo in zone pianeggianti o marittime della Ss16 teatina, a Ortona e Casalbordino, sulle aree pedemontane del pescarese a Lettomanoppello, Penne e Rosciano, nel teramano a Silvi, Roseto degli Abruzzi, Civitella del Tronto, sulla Ss85 tra Monteroduni e Macchie di Isernia, sulla Ss17 tra Isernia e Castelpetroso.

Come sottolinea la polizia stradale in una nota, nel momento in cui un'automobile investe un animale, nella migliore delle ipotesi l'incidente causa ingenti danni al veicolo e alla strada. Ma, il più delle volte, è l'eccessiva velocità oltre i limiti consentiti, o non adeguata alla tipologia di strada, a determinare la perdita di controllo e l'investimento dell'animale, oltre a generare pericolo per la circolazione.

Di seguito, il numero di incidenti, con il tipo di animale investito, in cui la stradale è intervenuta dal 1° gennaio 2019 al 30 maggio 2020:

  • Cinghiale 61
  • Capriolo 21
  • Cane 19
  • Cervo 17
  • Volpe 13
  • Istrice 11
  • Tasso 5
  • Lupo 3
  • Cerbiatto 2
  • Gatto 1
  • Daino 1
  • Capra 1

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Abruzzo cambia idea: "Ritorno in zona arancione dal prossimo 4 dicembre"

  • L'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Nuove assunzioni alla De Cecco dal 2021: ecco il piano industriale

  • Covid-19: cambia lo scenario in Italia, ma l'Abruzzo resta 'rosso'

  • Abruzzo in zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto ma si prova ad anticipare

  • Esercenti disperati per la perdita del ponte dell’Immacolata: "Abruzzo unica regione rossa: ristori subito"

Torna su
ChietiToday è in caricamento