menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incidenti lungo la circonvallazione di Francavilla: "Anas progetti il raddoppio delle gallerie"

I gravi incidenti degli ultimi giorni riportano all’attenzione la pericolosità della SS 714. Sulla questione interviene il segretario regionale dell’Udc, Enrico Di Giuseppantonio, con un appello all'Anas

Due gravi incidenti in pochi giorni riportano all’attenzione generale la pericolosità della circonvallazione che collega Francavilla al Mare a Montesilvano (SS 714, Tangenziale di Pescara), un asse viario tra i più frequentati d’Abruzzo. L’arteria stradale, infatti, ha assunto nel tempo la funzione di veicolare il traffico all'esterno di Pescara e si pone per molti automobilisti come alternativa all’autostrada A14, con flussi di traffico in continuo aumento

Lungo i circa 21 chilometri di tracciato che vanno dall’innesto della ex SS 263 di Val di Foro fino a Montesilvano, si sono verificati fin troppi incidenti, molti dei quali mortali, in particolare all’interno dei tunnel stradali presenti sul tracciato.

Sulla questione interviene il segretario regionale dell’Udc, Enrico Di Giuseppantonio, con un appello all'Anas.

“La sicurezza nelle gallerie i Pianacci, San Silvestro e Le Piane è diventata una vera e propria emergenza - afferma - E’ una situazione che non può essere più ignorata dal Ministero delle Infrastrutture, dalla Regione e dall’Anas, che conoscono perfettamente i volumi di traffico che si sviluppano quotidianamente sulla circonvallazione, tra l’altro in costante aumento. Senza contare poi che l’asse, che è senza ombra di dubbio diventato di rilevanza strategica per il trasporto regionale, è percorso soprattutto da lavoratori e studenti pendolari e la loro incolumità deve essere tutelata . Non è più rinviabile quindi il raddoppio dei tunnel, una soluzione logica e moderna “.    

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento