Incidenti stradali Fresagrandinaria

Cane investito e abbandonato sulla Trignina per cinque giorni

Il presidente del Comitato Protrignina Abruzzo e Molise denuncia: "La carcassa, nonostante sia stato avvertito il Comune di competenza, è rimasta lungo la statale 650 piena di vermi e animaletti"

Nella giornata di venerdì scorso sulla Trignina un automobilista inavvertitamente ha tamponato e ucciso un cane.

L'uomo, che ha riportato danni materiali alla propria autovettura, ha segnalato l'incidente presso l’area di servizio del Girasole. Essendo l’animale rimasto coinvolto all’altezza del km 65.500 della Statale 650, è stato dunque avvertito il comune di Fresagrandinaria. Ieri (lunedì 8 ottobre) la carcassa era ancora sul ciglio della strada.

La segnalazione arriva dal presidente del Comitato Protrignina, Antonio Turdò, che è andato a fotografare il cane in evidente stato di decomposizione sulla Trignina, circondato da vermi e animaletti e emanante una puzza pestilenziale.

"Ho chiamato sia il capo compartimento Anas che l’ufficio veterinario della Asl - racconta Turdò -  mi ha risposto il dottor Torzi, il quale ha detto di aver effettuato il sopralluogo e di aver sollecitato il Comune ad intervenire. Questa è un'ulteriore dimostrazione di come viene trattata la Trignina: siamo capaci solo a prendere  soldi dalla povera gente e dagli automobilisti, quando invece bisogna rendere un servizio con sollecitudine ed immediatezza cominciano lungaggini burocratiche da prima repubblica.  E’ scandaloso - conclude - che nel terzo millennio un animale morto dopo 5 giorni sia ancora in quello stato di degrado ed abbandono fuori da ogni ordine, regola igienica e impatto estetico".

 

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cane investito e abbandonato sulla Trignina per cinque giorni

ChietiToday è in caricamento