menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cane investito e ucciso in pieno centro nell'indifferenza, la rabbia dei padroni: "Il responsabile deve pagare"

L'appello di una coppia: il loro cane maltese è morto in piazza Valignani dopo essere stato travolto da un pirata della strada. "Dopo un'ora siamo stati costretti a rimuovere il cadavere da soli" raccontano

Un pomeriggio in centro si è trasformato nel peggiore degli incubi per una coppia di giovani che ha dovuto dire addio per sempre al loro amico a quattro zampe.

Intorno alle 16 di ieri (martedì 21 gennaio) in piazza Valignani, di fronte al teatro Marrucino, un pirata della strada ha investito e ucciso un cane maltese sfuggito agli occhi dei proprietari. Alessandro Colarelli riferisce i particolari di un incubo che definire doloroso è poco: "Gli ha fracassato il cranio causandogli la fuoriuscita degli occhi...la nostra rabbia è indescrivibile. È successo in pieno giorno - continua - nessuno che abbia fatto niente. Questa persona, priva di ogni etica morale, sfreccia in centro oltre ogni limite di velocità".

Secondo quanto riferisce ancora Alessandro, lui e la sua compagna -  al quinto mese di gravidanza e sotto shock dopo l'accaduto - hanno provato a chiamare due volte in un'ora i vigili urbani. "Nessuno si è presentato: alle 17 siamo stati costretti a rimuovere il cadavere da soli" raccontano.

Anche un giovane teatino, che passava di lì a quell'ora, si è prodigato per aiutare il cagnolino.

Questa mattina Alessandro e la sua fidanzata sporgeranno denuncia "nella speranza che le telecamere del teatro e dei bar ci diano modo di capire chi ha investito il nostro piccolo Ringo. Se qualcuno ha visto qualcosa - l'appello - intorno alle 16 di ieri vicino alla fontana di fronte al teatro Marrucino si metta in contatto con noi. Quello che è successo a lui poteva succedere anche a un bambino piccolo!".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento