Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca Lama dei Peligni

Muore folgorato a 33 anni mentre lavora su un impianto elettrico

Marco Del Cimmuto, originario di Pescocostanzo, era impegnato in Toscana per conto della Asla di Lama dei Peligni. Subito soccorso dai colleghi e dal 118, non ce l'ha fatta

L'ennesimo incidente sul lavoro ha strappato alla vita un giovane uomo. Vittima dell'ultimo terribile caso è Marco Del Cimmuto, 33 anni, di Pescocostanzo (L'Aquila), che stava lavorando su un impianto Enel in Toscana, per conto della Asla, azienda di Lama dei Peligni. 

L'uomo era intervenuto su un impianto elettrico a Monte San Savino (Arezzo), insieme a due colleghi, quando ieri pomeriggio, intorno alle 16, è rimasto folgorato mentre cercava di posizionare un nuovo palo.

Un collega ha cercato di soccorrerlo in attesa dell'auto medica del 118, arrivata in pochi minuti. Marco è stato rianimato dai sanitari con un massaggio cardiaco e poi trasportato all'ospedale Scotte di Siena in codice rosso. Sfortunatamente i danni causati dalla scarica elettrica erano troppi gravi e Del Cimmuto non ce l'ha fatta. Ora spetta ai carabinieri fare luce sull'incidente e individuare eventuali responsabilità e falle nella sicurezza. 

Intanto, dopo l'ennesima morte bianca, Davide Labbrozzi, segretario generale della Fiom, sindacato a cui il giovane scomparso era iscritto, invoca uno sciopero per dire basta alle morti sul lavoro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muore folgorato a 33 anni mentre lavora su un impianto elettrico

ChietiToday è in caricamento