menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Dramma durante la gita del Primo maggio: marito e moglie scivolano nel fiume e annegano

I due 32enni, di Scerni, erano a Caramanico Terme, quando sono caduti nelle acque del fiume Orta, forse per scattare una foto. Inutili i soccorsi

La gita del Primo Maggio è finita in tragedia per una coppia di Scerni, che oggi si trovava a Caramanico Terme. I due, marito e moglie, entrambi 32enni, sono scivolati nelle acque del fiume Orta, in località San Tommaso, vicino alle rapide di Santa Lucia. 

Secondo le prime ricostruzioni, i due erano sul posto con i due figli piccoli, in compagnia di alcuni amici. All'improvviso, intorno alle ore 17, i due si sarebbero allontanati dal sentiero principale, forse per scattare una foto, raggiungendo l'area del fiume. Ma la donna è scivolata dopo essersi sporta troppo. A quel punto, il marito ha cercato di afferrarla, finendo a sua volta nell'acqua. I testimoni che hanno assistito alla scena hanno lanciano l'allarme. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco di Pescara, i sanitari del 118 di Pescara e L'Aquila, gli operatori del Corpo nazionale del soccorso alpino e speleologico (Cnsas) e i carabinieri della compagnia di Popoli. 

I corpi delle due vittime sono stati recuperati solo dopo qualche ora, grazie all'ausilio di un elicottero. Il recupero è stato difficile a causa del buio e della zona impervia. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento