menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapina, violenza privata, lesioni e spaccio: la squadra mobile arresta un 35enne

L'uomo era già stato arrestato due anni e mezzo fa nell’ambito dell’operazione antidroga “Tallone d’Achille” che aveva portato alla luce una diffusa attività di spaccio tra i tifosi ultras a Chieti Scalo

Un pregiudicato 35enne, residente in un comune dell’hinterland teatino, è stato arrestato dagli agenti della squadra mobile della questura di Chieti in esecuzione di un provvedimento emesso dalla procura della Repubblica. Dovrà scontare 2 anni e 9 mesi in carcere, in seguito a condanna definitiva per i reati di rapina, violenza privata, lesioni personali e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L'uomo era stato già arrestato ad agosto del 2019, unitamente ad altri 25  indagati, nell’ambito dell’operazione antidroga “Tallone d’Achille” della squadra mobile di Chieti che aveva portato alla luce una diffusa attività di spaccio coordinata da alcuni tifosi ultras e che aveva il suo centro nella zona della movida universitaria di Chieti Scalo.

L’arrestato è anche accusato, in concorso con altri, di episodi di violenze e aggressioni nei confronti di tifosi e per questo nel 2019 era stati anche sottoposto al Daspo. Ora si trova nella casa circondariale di Lanciano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento