Denunciati i responsabili dell'incendio al chiosco "La Villetta kebab" in piazza Garibaldi

Si tratta di due giovani, un teatino e un ventottenne di origine straniera residente a Chieti, con precedenti. Le indagini della Squadra Mobile


La Squadra Mobile di Chieti ha deferito in stato di libertà i responsabili dell'incendio al chiosco "La Villetta kebab e arrosticini", verificatosi la notte dello scorso 3 luglio in piazza Garibaldi a Chieti.

Si tratta di un 21enne teatino (avente a suo carico precedenti di polizia per danneggiamento) e del suo complice, un ventottenne di origine straniera e residente a Chieti avente a carico precedenti per ricettazione, furto in abitazione e minaccia.
 
Gli investigatori hanno ricostruito l’accaduto dalle testimonianze acquisite subito dopo l’incendio dal personale della Squadra Volante e dalla scrupolosa disamina delle telecamere degli impianti di video-sorveglianza dei vari esercizi pubblici e commerciali posti nelle vie adiacenti piazza Garibaldi.  

In base a quanto acquisito, la polizia ha potuto constatare come il più giovane, alle 2.50 del 3  luglio, dopo essersi avvicinato nei pressi della porta di ingresso del chiosco, con mossa fulminea lanciava del  liquido contenuto in  una tanica per poi appiccare il fuoco. Accortosi probabilmente della presenza di un uomo, il ragazzo si dava alla fuga, seguito dal complice, in direzione del vecchio ospedale, facendo cosi perdere le proprie tracce. Ripercorrendo le possibili vie di fuga dei due soggetti gli investigatori sono riusciti a ricostruirne i movimenti prima e dopo i fatti e, quindi, a risalire all'identita dei due.

Dopo una perquisizione delegata dalla locale Autorità giudiziaria, gli uomini della prima sezione hanno rinvenuto e sequestrato alcuni indumenti e una tanica in plastica contenente del liquido verosimilmente benzina. Sempre nel corso della perquisizione sono state rinvenute, all'interno dell'abitazione del 20enne, quattro carte di credito e una Postepay risultate rubate a un 40enne teatino che lo scorso 15 giugno aveva sporto denuncia, poichè sottratte assieme al proprio motociclo. Motociclo sul quale il 28enne complice dell'incendio, due settimane dopo, veniva sorpreso a circolare a Chieti Scalo (da qui la denuncia per riciclaggio e ricettazione)

L’incendio al chiosco in piazza Garibaldi ha provocato danneggiamenti alla struttura per circa 30.000 euro.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Abruzzo cambia idea: "Ritorno in zona arancione dal prossimo 4 dicembre"

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • Covid-19: cambia lo scenario in Italia, ma l'Abruzzo resta 'rosso'

  • Dopo una telefonata gli clonano il numero e rubano 15 mila euro dal conto: denunciate

  • VIDEO - "Cambio moglie" fa tappa a Lanciano: i circensi Ferrandino protagonisti con i parrucchieri Sorrentino

  • Tragico incidente nella rimessa di casa: muore schiacciato dall'escavatore

Torna su
ChietiToday è in caricamento