menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Liscia, il fuoco distrugge 120 ettari di vegetazione, forestale intossicato

Canadair all'opera per spegnere l'incendio, di probabile origine dolosa, che ha devastato macchia mediterranea, pineta e terreni incolti. Panico tra gli abitanti, distrutti una rimessa e un ristorante

E’ stata una giornata infernale quella di giovedì a Liscia, dove un vasto incendio divampato all’1,30 della notte prima ha tenuto impegnati per ore oltre 60 uomini, tra forestali, vigili del fuoco e protezione civile nelle operazioni di spegnimento. A contenere le fiamme, alimentate anche dal forte vento di scirocco, quattro canadair e un elicottero dei vigili del fuoco.
 

Bruciati fino ad ora oltre 120 ettari di vegetazione tra macchia mediterranea, pineta e terreni incolti. Secondo il Corpo Forestale l’incendio è di probabile origine dolosa. Panico tra gli abitanti, mentre le fiamme lambivano le case. Alcuni sono stati costretti a uscire, distrutti una rimessa e un ristorante all'interno di una pineta. Il fumo ha provocato l'intossicazione di un uomo del corpo forestale, le sue condizioni di salute non  destano preoccupazioni.

"È massimo lo sforzo - rende noto il Comando regionale dell'Abruzzo del Corpo Forestale - per contenere i danni al patrimonio boschivo, alle infrastrutture presenti nel comune di Liscia e alla circolazione della cittadinanza, tant'è che sono stati serrati e continui i contatti con le altre forze in campo e con le varie autorità di pubblica sicurezza".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento