menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto Peppino Caniglia

foto Peppino Caniglia

Un incendio distrugge il centro turistico di Monte Pallano

Ingenti i danni, ancora da quantificare economicamente. All'origine del rogo ci sarebbe un fulmine che avrebbe innescato un corto circuito. La procura ha aperto un'inchiesta

Il Centro documentale e turistico dell’area archeologica di Monte Pallano, a Tornareccio, è stato distrutto da un incendio scatenatosi venerdì, quando un fulmine avrebbe innescato un corto circuito. L’allarme è stato dato da una residente. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, la polizia municipale e i carabinieri.

Nessun danno a persone, ma il Centro visite del Parco Archeologico e naturalistico della Soprintendenza e la struttura adiacente che ospitava il ristorante sono andati in fumo, così come i progetti per l'imminente stagione estiva del centro, gestito dalla cooperativa Gaia di Atessa.

"Allo sgomento iniziale, ora sale solo la speranza, la forza di poter essere in grado di guidare la collettività a riappropriarsi di tutto ciò, di riuscire ad essere “la guida” per ricreare tutto il bello che è stato fatto in questi anni - ha commentato il sindaco di Tornareccio, Remo Fioriti, in una lunga lettera - Ringrazio tutti quelli che a vario titolo, dalle prime ore della mattina stanno riempiendo la giornata di un sms, una telefonata, una semplice chiamata per dire cosa nel concreto possono fare, i tanti amici amministratori e colleghi sindaci, che sanno cosa significa con i tempi odierni gestire delle realtà come le nostre, spesso con pochi fondi a disposizione. Per il momento attutiamo il colpo, nei prossimi giorni valuteremo tutte le iniziative necessarie e possibili a ridare vita allo spazio che abbiamo lasciato. Grazie per tutta la comprensione e tutto il rispetto che darete al momento. In questo frangente - ha concluso - ognuno pensi a come poter contribuire a far rinascere il centro visite e il ristoro così come l’araba fenice rinasce dalle ceneri".

Sull’episodio la procura di Chieti ha aperto un’inchiesta, l’area è stata posta sotto sequestro.

BELLEZZE D'ABRUZZO: IL MONTE PALLANO

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento